Mondiali in Qatar, tutto pronto: date, orari, diritti tv e quanto vale

Nonostante l’eliminazione della Nazionale di Roberto Mancini, la rassegna di Doha sarà uno show mai visto prima. Ecco tutto quello che c’è da sapere

Sembra tutto maledettamente uguale a quattro anni fa a Mosca. Le grandi squadre che non mancano mai: dalla Spagna ai campioni in carica della Francia, passando per il plurititolato Brasile, e poi Argentina, Germania, Inghilterra e Uruguay. Proprio come allora, soltanto un team campione del mondo rimarrà a casa, l’Italia.

Questa volta alla sua guida non ci sarebbe stato Giampiero Ventura, bensì un uomo che per qualche mese è diventato l’eroe nazionale, quel Roberto Mancini che ha confermato di voler rimanere alla guida degli azzurri dopo giorni di indiscrezioni che lo davano pronto per rassegnare le dimissioni. Ma d’ora in avanti il nostro compito sarà solo quello di assistere e ammirare quello che si preannuncia come il più grande show della storia del calcio.

Dopo i sorteggi dei gironi svolti nella giornata di venerdì 1 aprile, il quadro è davvero completo: ecco tutto quello che c’è da sapere sui prossimi Mondiali in Qatar.

Mondiali in Qatar, quando si svolgono e dove si gioca

La rassegna si terrà nel caldo inverno del Golfo, dal 21 novembre al 18 dicembre 2022. Dopo le distanze sconfinate del territorio russo, questo sarà un Mondiale a misura d’uomo, tutto nel raggio di una sessantina di km, con Doha al centro più altre quattro cittadine vicine, ossia Al Khor, la più famosa Lusail, la ricca Al Wakrah e il centro di Al Rayyan.

Mondiali in Qatar, gli stadi e la capienza

Niente spostamenti aerei interni. Otto stadi, da quello di Lusail, il più grande, 86 mila posti, sede dell’atto finale, al più piccolo, 21 mila spettatori ad Al Rayyan. Tutti dotati di impianto di raffreddamento a emissioni zero, con una temperatura preimpostata che non superi i 27 gradi centigradi.

Mondiali in Qatar, gli orari locali e quelli italiani

Cinque orari (italiani) diversi nella fase a gruppi che prevede quattro partite al giorno: sveglia puntata e telecomando in mano alle 11, 14, 16, 17 e 20. Ci sono due ore di differenza con il Qatar dove l’ultimo calcio d’inizio si darà alle ore 22. Prepararsi dunque: pallone a colazione, a merenda e a cena.

Per non perderti le ultime notizie e ricevere i nostri migliori contenuti,
iscriviti gratuitamente al canale Telegram di QuiFinanza: basta cliccare qui
.

Mondiali in Qatar, i diritti tv

L’eliminazione dell’Italia dai Mondiali in Qatar complica e non di poco i piani della Rai che lo scorso aprile si è aggiudicata i diritti tv per trasmettere in esclusiva tutte le 64 partite della Coppa del Mondo. Viale Mazzini se li è aggiudicati già da tempo per una cifra compresa tra 170 e 190 milioni di euro. Ora però l’amministratore delegato Carlo Fuortes e i membri del Consiglio di amministrazione stanno riflettendo sulla possibilità di vendere parte dell’esclusiva ai competitor, cosa che accadde anche nel 2018, quando fu Mediaset ad accaparrarsi i match trasmessi dalla Russia.

Mondiali in Qatar, il montepremi

Montepremi da record per Qatar 2022, con la vincitrice della Coppa del Mondo che secondo quanto annunciato dalla Fifa incasserà circa 38 milioni di euro. Saranno invece poco più di 27 milioni di euro quelli che andranno alla Nazionale che perderà la finale del 18 dicembre, mentre il giorno prima sarà in programma la ‘finalina‘ di consolazione con 24,5 milioni circa destinati alla terza classificata e un cachet di poco inferiore ai 22,6 milioni di euro che andranno invece alla quarta squadra del torneo. Il valore totale del montepremi del torneo supera il valore di 1 miliardo di euro, il più alto di sempre.