Ronaldo e la clausola da Champions League: cosa vuole CR7

Ronaldo torna in Europa? Secondo i media c'è l'intesa per fargli giocare ancora la Champions League con la maglia degli inglesi del Newcastle

Sono giornate storiche  per il calcio in Arabia, con l’arrivo in terra saudita di uno dei calciatori più vincenti dell’ultimo ventennio. Dopo aver rotto col Manchester United nel bel mezzo del Mondiale, Cristiano Ronaldo ha infatti deciso di accettare la corte miliardaria dell’Al Nassr, club capolista nel campionato arabo che coprirà d’oro il talento portoghese per i prossimi anni. Cifra da record per il cinque volte Pallone d’Oro che ha ritenuto la propria esperienza in Europa ormai conclusa. O forse no.

Ronaldo e la clausola Champions League

Nel ricchissimo contratto stipulato con lAl Nassr (del quale vi abbiamo parlato qui nel dettaglio), Ronaldo infatti potrebbe godere di una particolare clausola che gli farebbe fare le valigie per poter tornare in Europa a giocare la sua competizione: la Champions League. Uomo dei record del trofeo dalle grandi orecchie, marcatore di tutti i tempi con i suoi 141 gol, CR7 potrebbe infatti tornare “gratis” in Europa nel caso in cui il Newcastle dovesse qualificarsi in Champions.

A riferire la notizia sono stati i media spagnoli e arabi, che avrebbero svelato come all’interno del contratto faraonico da mezzo miliardo in due anni e mezzo sarebbe data la possibilità a Ronaldo di trasferirsi in prestito al Newcastle in caso di qualificazione alla prossima edizione della Champions League poiché il club inglese, come l’Al Nassr, è di proprietà della famiglia reale dell’Arabia Saudita, la stessa che controlla pure il fondo d’investimento PIF, cui fanno capo i The Magpies.

CR7 si presenta all’Al Nassr

“Sono contento di affrontare quest’avventura, in Europa il mio lavoro era finito ed era arrivato il momento di quest’opportunità in Asia” ha detto Ronaldo in conferenza stampa di presentazione, parole che i rumors sul contratto avrebbero quasi reso “inutili”. Solo pochi mesi, infatti, potrebbero dividere CR7 dal ritorno in Europa, anche se al momento il portoghese si è detto pronto alla nuova esperienza in terra saudita.

Tra chi ipotizza il lavoro del suo agente per “offrirlo” a tanti club, Ronaldo in sede di presentazione ha spiegato: “Molti club, dall’Europa all’America, in Australia, in Brasile e in Portogallo mi hanno cercato, ma avevo dato la mia parola all’Al Nassr. Il calcio si è evoluto e so che mi divertirò. Voglio aiutare il club, sorridere e giocare”.

“Non sono venuto qui per finire la carriera, non mi preoccupo di quello che possa pensare la gente. Ho battuto tanti record in Europa, ora voglio farlo anche qui. Per me è una cosa normale” ha spiegato Ronaldo a chi lo critica per la scelta fatta, esperienza decisa poiché negli ultimi “10-15 anni qui sono cambiate molte prerogative, si è alzato il livello di competitività e l’Arabia è stata l’unica a battere i campioni del Mondo”.

Ma come seguire le gesta live di CR7? Non c’è ancora una tv che ha deciso di muoversi per acquistare i diritti del campionato arabo nel quale il talento portoghese proseguirà la carriera dunque, almeno per il momento, bisognerà accontentarsi degli highlights che arriveranno dall’Arabia. Ma la fame di calcio potrà di certo essere saziata col ritorno della Serie A, con tutte le partite visibili in esclusiva solo su DAZN.