Reddito di cittadinanza 2020, rinnovo Isee obbligatorio

Per continuare a percepire il sussidio anche nel 2020, è necessario aggiornare l'Isee in scadenza a fine anno

L’erogazione del Reddito di cittadinanza e della Pensione di cittadinanza per il 2020 è previsto solo se si aggiorna l’Isee alla scadenza del periodo di validità dell’indicatore. In caso contrario il Reddito di cittadinanza verrà momentaneamente sospeso. Lo prevede il decreto 4/2019, poi convertito in legge 26/2019. La regola riguarda, in linea generale, tutti i percettori di sussidi economici che sono legati al rispetto di determinati requisiti economici.

In particolare, è l’articolo 5 del decreto a fissare l’obbligo di aggiornamento dell’Isee alla scadenza di validità.
“I requisiti economici di accesso al RdC […] si considerano posseduti per la durata dell’attestazione ISEE in vigore al momento della presentazione della domanda […] ferma restando la necessità di aggiornare l’ISEE alla scadenza del periodo di validità dell’indicatore”.
In pratica l’aggiornamento dell’Isee è necessario per dimostrare di essere ancora in una posizione economica di svantaggio tale da necessitare del sostegno economico.

Dal 2019 la validità del modello Isee è cambiata: sia quelle rilasciate nel mese di gennaio che ad agosto, sono infatti in scadenza il 31 dicembre del 2019 e quindi, la nuova Dsu ai fini di rinnovo Isee va presentata a partire dal 1° gennaio del 2020. Una volta aggiornato l’Isee, e accertato il mantenimento dei requisiti economici previsti dalla legge, si potrà godere del Reddito di cittadinanza fino alla scadenza naturale senza dover fare una nuova domanda.

Dal 1° gennaio 2020 debutterà poi la Dsu precompilata dall’Inps, che dovrebbe rendere più semplice la richiesta online del modello Isee.
Ne avranno accesso le famiglie che nel triennio 2016-2018 hanno presentato una Dsu ai fini Isee e, tra i dati precompilati dall’Inps, il contribuente potrà scegliere di inserire quelli relativi a:

  • composizione del nucleo familiare;
  • eventuale condizione di disabilità e non autosufficienza;
  • abitazione del nucleo familiare;
  • assegni periodici corrisposti al coniuge o ai figli;
  • possesso di autoveicoli, navi, imbarcazioni.

Se quindi resteranno da autodichiarare i dati relativi al reddito e al patrimonio, la compilazione dell’Isee online verrà facilitata, consentendo anche a chi percepisce il Reddito o la Pensione di cittadinanza di evitare le sicure lunghe file presso Caf o direttamente all’Inps.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Reddito di cittadinanza 2020, rinnovo Isee obbligatorio