Manovra, Sangalli: “Sull’IVA non si tratta e non si baratta”

(Teleborsa) – Il presidente della Confcommercio, Carlo Sangalli, è irremovibile: “Sull’IVA non si tratta e non si baratta”. Lo ha ribadito oggi al convegno organizzato dall’associazione dei commercianti sulla fiscalità, alla presenza del Ministro Tria, e dopo aver reso note stime più pessimistiche sulla crescita dell’economia italiana.

Con gli aumenti dell’IVA e la riduzione dell’IRPEF “faremmo tre errori e due autogol: a danno della crescita e dell’equità fiscale”, sottolinea il numero uno di Confcommercio, spiegando che questo scambio non riduce la pressione fiscale complessiva, va a danno dei redditi più bassi e incide sui consumi.

Riconoscendo che in Italia “pesano difetti strutturali” della nostra economia quali l’eccesso di tasse e di burocrazia, il deficit di legalità e d’infrastrutture, il Presidente afferma che occorre sostenere investimenti e consumi ed iniziare “un percorso ordinato, certo, lungimirante di riduzione del carico fiscale“.

Sangalli conclude che, a fronte delle stime più pessimistiche sul PIL, “il percorso della legge di Bilancio diventa più difficile” nel tentativo di realizzare contemporaneamente tre obiettivi: tenere i conti pubblici in ordine, disinnescare le clausole di salvaguardia e proseguire nella via delle riforme.

Manovra, Sangalli: “Sull’IVA non si tratta e non si ...