Appuntamento con un collega di lavoro, è consentito? Ecco la risposta di Facebook e Google

Google e Facebook hanno introdotto da poco nuove regole per quanto riguarda i rapporti sentimentali fra i colleghi di lavoro

Uscire con un collega di lavoro è consentito? Su questo punto Google e Facebook hanno realizzato dei veri e propri codici di comportamento che devono essere seguiti da tutti i dipendenti. In seguito allo scandalo molestie e grazie all’accresciuta sensibilità riguardo i rapporti interpersonali sul posto di lavoro, le due società statunitensi hanno deciso di creare un regolamento sui rapporti sentimentali, per evitare che i flirt o le infatuazioni fra dipendenti possano rendere la situazione difficile per gli impiegati.

Lo svela il “Wall Street Journal” che ha pubblicato un articolo firmata da Yoree Koh e Rachel Feintzeig. “Si può ancora chiedere un appuntamento a qualcuno con cui si lavora? Sì. O meglio, dipende. Potreste doverlo rendere pubblico” spiegano gli autori del pezzo. Secondo i giornalisti Facebook e Google hanno “una regola che prevede che un o una dipendente possa chiedere solo una volta a un altro di uscire insieme. Se la risposta è “no”, non può chiederlo di nuovo”.

Le regole interne di Facebook considerano un rifiuto anche frasi generiche come “sono occupato/a” oppure “stasera proprio non riesco”, inoltre, anche se i dipendenti non devono necessariamente comunicarlo, la società consiglia di informare le risorse umane nel caso dell’esistenza di una relazione con un collega. “Facebook ha fiducia che, nel caso in cui ci siano conflitti di interessi, i dipendenti comunichino la loro relazione” spiegano e lo stesso accade a Google, dove dal 2004 vige questa regola.

“Nel caso delle grandi società tecnologiche – spiegano Koh e Feintzeig del Wall Street Journal -, la linea tra passare insieme del tempo e avere un interesse romantico può essere difficile da definire, perché i dipendenti mangiano insieme, vanno in palestra insieme, frequentano lo stesso parrucchiere e le società stesse li spingono a passare insieme più tempo possibile”.

Non a caso negli Stati Uniti stanno prendendo sempre più piede i “love contracts”. Si tratta di veri e propri contratti in cui la coppia nata sul posto di lavoro si impegna ad essere professionale, spiegando di avere una relazione per scelta e non a causa di un’imposizione. Mentre molte società stanno adottando questa formula però in tanti iniziano a chiedersi quale sia, in questo caso, il confine fra lavoro e vita privata.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Appuntamento con un collega di lavoro, è consentito? Ecco la risposta...