Pensioni, prende il via la “fase 2”. Ape social e volontaria in vigore dal 1° maggio

(Teleborsa) – In dirittura d’arrivo l’Ape social e l’Ape volontaria. Sono giunti infatti nella fase finale i decreti attuativi per le due forme di anticipo pensionistico: uno “agevolato” e riservato a specifiche categorie di persone disagiate, l’altro  dedicato a chi ha almeno 63 anni e 20 anni di contributi.

Il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, in occasione di una consultazione con i sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil, ha detto che i decreti attuativi arriveranno “a giorni” per consentire “l’entrata in vigore il primo maggio”. 

“Credo di poter dire che è stato un lavoro molto importante”, ha detto Poletti, non escludendo però l’emergere di eventuali “criticità” e la natura di “strumento sperimentale” dell’Ape. 

Il titolare del welfare ha aggiunto che l’incontro di oggi è stato positivo, perché conclude un lavoro sui dettagli tecnici svolto dalle parti. Con questo appuntamento prende il via la “fase 2” della previdenza, che prevede un calendario di appuntamenti e temi oggetto di confronto governo-sindacati: i prossimi due incontri si terranno il 6 aprile su giovani e pensioni e il 13 aprile sulla governance dell’Inps. 

Pensioni, prende il via la “fase 2”. Ape social e volontar...