Benzina e diesel, tornano a salire i prezzi

La denuncia dell'Unione Nazionale Consumatori: vergognoso rialzo appena finito lockdown

Tornano a salire i prezzi dei carburanti. Con la ripresa delle quotazioni del petrolio, da qualche giorno di nuovo sopra i 30 dollari al barile, e il conseguente aumento dei prodotti della raffinazione, il prezzo medio al self service nell’ultima settimana è nuovamente risalito. La benzina è arrivata a 1,366 euro al litro, da 1,356 euro della settimana chiusa il 18 aprile. Secondo i dati del ministero dello Sviluppo economico, a crescere è stato anche il prezzo del diesel, passato da 1,247 euro a 1,256 euro al litro.

Un aumento “vergognoso”, secondo Massimiliano Dona, il presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, dopo che il ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato il listino prezzi della rete italiana. “È inaccettabile che i prezzi, non appena finito il lockdown, ricomincino istantaneamente a salire, interrompendo la lenta discesa che, per via del crollo del greggio, durava da settimane”.

Secondo l’Unc è stato “troppo comodo far scendere i prezzi mentre gli italiani erano costretti a restare a casa” invertendo subito il trend “non appena si è potuto riprendere a circolare, ossia dal 18 maggio. Anche se per ora il rialzo è minimo, circa 1 cent al litro, su un pieno di 50 litri di carburanti c’è comunque un aggravio di 50 centesimi, 0,501 euro per la benzina e 0,449 euro per il gasolio. – calcola l’associazione – Il timore è che la prossima settimana possa andare ancora peggio”.

 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Benzina e diesel, tornano a salire i prezzi