Poste e depositi personali: come chiudere un conto bancoposta

Recedere dal conto bancoposta è nel diritto del cliente, come uscirne senza problemi

Innanzitutto dobbiamo precisare che il conto corrente postale, è a tutti gli effetti uguale a quello che si può detenere in una normalissima banca.
Per questo è regolato dalle stesse precise regole di tenuta conto, e anche dal diritto del cliente di chiudere il conto bancoposta o similari, qualora lo ritenga necessario e in qualsiasi momento.
Ma cosa si deve fare per recedere dal contratto in questione senza problemi?
Pochi passaggi, e due diversi metodi che andremo ad analizzare nel dettaglio.

Importante da sapere è che recedere dal contratto con il conto corrente postale non prevede alcuna spesa o penalità, e che dal momento in cui le poste ricevono la richiesta di recesso, non sono più tenuti a seguire il cliente.
Il conto bancoposta può essere chiuso in due modi: il primo è direttamente alla posta, riconsegnando carte di credito, bancomat, e libretti assegni.

Il secondo sistema è tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, presso l’ufficio postale dove avete il conto bancoposta.
All’interno della lettera di recessione che inviate, dovrete mettere tutto ciò che avete in possesso, come nel caso della richiesta presentata allo sportello.
E’ importante nella richiesta inserire tutti i dati personali necessari e corretti, come anche i dettagli del vostro conto corrente.

Ci sarebbe pure una via alternativa e decisamente più semplice per voi, in quanto non vi dovete preoccupare di fare tutta la trafila in prima persona, evitando file allo sportello sia per chiudere il conto, che per inviare la raccomandata.
Ma questo lo si può fare solo nel caso non si voglia semplicemente recedere dal conto, ma la volontà sia di trasferire il proprio conto corrente presso un istituto bancario.

Per questa possibilità basta semplicemente presentarsi alla banca dove si vuole aprire il nuovo conto corrente, e incaricare gli addetti dell’istituto bancario di procedere con la chiusura del conto alla posta e trasferire tutto su quello nuovo, compresi anche eventuali addebiti fissi.
Dovete comunque consegnare all’addetto della banca tutto ciò che avete in mano del vostro conto bancoposta.

Immagini: Depositphotos

Leggi anche:
Il mondo delle banche: come chiudere un conto corrente
Successione: come sbloccare il conto corrente di un parente defunto

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Poste e depositi personali: come chiudere un conto bancoposta