Incentivi auto: dalle Euro 6 alle ecologiche, tutte le novità del Dl Rilancio

Un emendamento del Pd approvato in Commissione Bilancio riscrive gli importi degli incentivi per l'acquisto di auto Euro 6, ibride ed ecologiche

I mesi di lockdown e le forti limitazioni alla mobilità imposte a causa dell’emergenza sanitaria hanno avuto pesanti conseguenze sul settore auto italiano. E se ancora maggio ha fatto registrare un calo del 23,1% delle immatricolazioni rispetto al 2019, anche giugno è stato un mese difficile per il mercato automobilistico, che a livello di immatricolazioni, da inizio anno, ha visto un crollo complessivo del 46%.

In controtendenza, invece, il segmento delle auto ibride, elettriche e plug-in, che continua a crescere, pur attestandosi, come quota di mercato, intorno al 3% (1,7% le elettriche pure, 1,2% le plug-in). Le ibride classiche (benzina+elettrico o diesel+elettrico ma senza la possibilità di ricarica alla spina) hanno conquistato invece una quota di mercato del 12%.

Auto Euro 6, cosa stabilisce il Dl Rilancio

Interventi di sostegno al settore delle auto da parte del Governo erano richiesti a gran voce, e, come QuiFinanza ha anticipato qualche giorno fa, le modifiche apportate in queste ore al Dl Rilancio in Commissione Bilancio comprendono anche degli incentivi per l’acquisto di auto Euro 6, elettriche o ibride.

L’emendamento in questione – riformulato – è stato proposto dal Pd, e prevede un bonus statale di 1.500 euro nel caso in cui il venditore faccia uno sconto di 2.000 euro, per chi rottama un mezzo di almeno 10 anni. Senza rottamazione, l’incentivo passa da 3.500 euro totali a 1.750 euro.

Il bonus è valido per gli acquisti, effettuati tra il 1° agosto e il 31 dicembre 2020, di auto con limiti di emissioni tra 61 e 110 grammi a chilometro, per un costo fino a 40mila euro (al netto dell’Iva).

L’obiettivo dell’intervento è anche quello di facilitare lo smaltimento del parco auto Euro 6 rimasto invenduto a causa dell’emergenza sanitaria. Per ora, si tratta di un sostegno temporaneo, valido fino al 31 dicembre 2020, ma è possibile che, con la legge di Bilancio in autunno, il Governo considererà un intervento più complessivo di sostegno al settore.

Auto ibride ed elettriche, le novità

L’emendamento approvato rafforza poi gli incentivi per auto ibride ed elettriche. In caso di rottamazione, l’incentivo per gli acquisti di auto elettriche (con emissioni tra 0 e 20 grammi al km di Co2) passa da 6.000 a 10.000 euro, di cui 2.000 sono a carico del venditore. Per le auto ibride, con emissioni tra 21 e 60 grammi al km, il bonus passa da 2.500 a 6.500 euro.

La ricerca dell’accordo

Le novità sugli incentivi auto nel Dl Rilancio arrivano dopo settimane in cui la maggioranza ha lavorato per cercare un accordo sul tema. Se infatti il Pd aveva inizialmente proposto incentivi fino a 4.000 euro per l’acquisto di un’auto Euro 6 entro la fine dell’anno – prospettiva sostenuta anche da Leu –, il Movimento Cinque Stelle sosteneva la necessità di puntare sul settore elettrico ed ibrido, favorendo dunque l’acquisto di veicoli meno inquinanti. Una visione che, in effetti, ha prevalso nelle modifiche finali al Decreto.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Incentivi auto: dalle Euro 6 alle ecologiche, tutte le novità del Dl ...