General Motors denuncia FCA: “Tangenti ai sindacati”. Accuse a Marchionne

Ombre sull'ex amministratore delegato Sergio Marchionne che sarebbe stato "responsabile dell'ideazione, esecuzione e sponsorizzazione del presunto illecito"

Acque agitate nel settore dell’automotive. General Motors ha presentato una denuncia nei confronti di Fca – dicendosi pronta a chiedere “danni rilevanti” – con l’accusa di aver pagato tangenti in tre diverse contrattazioni sindacali con la maggiore organizzazione del settore negli Usa, United Auto Workers, per ottenere un vantaggio competitivo illecito. 

Ombre, in particolare, sulla figura dell’ex amministratore delegato Sergio Marchionne, scomparso lo scorso anno, che sarebbe ricorso a tangenti per corrompere le trattative sul contratto di lavoro fra il Uaw e le tre case di Detroit fra il 2009 e il 2015.

“Nella denuncia abbiamo dichiarato – ha spiegato il capo dei consulenti legali di General Motors, Glidden precisando che prende avvio dalle chiare ammissioni fatte da ex dirigenti FCA e che – che Marchionne è stato responsabile dell’ideazione, esecuzione e sponsorizzazione del presunto illecito. Non abbiamo intenzione di perseguire l’Uaw – ha aggiunto – perché il nostro bersaglio è Fca. Crediamo che la responsabilità sia dell’orchestratore della trasgressione e contiamo di far ricadere tutta la responsabilità su Fca”. 

LA REPLICA DI FIAT: MANOVRA SCONCERTANTE – Non si fa attendere la replica affidata a una nota ufficiale. Fiat Chrysler Automobiles– si legge – conferma che si difenderà con tutte le forze dalla causa promossa ieri da General Motors. FCA è convinta che le accuse mosse da General Motors non siano altro che un tentativo senza basi di distogliere l’attenzione dalle sfide proprie di quella società.

“Questa sconcertante manovra – prosegue la nota – viene in un momento in cui FCA sta dimostrando di essere un concorrente sempre più forte e continua a creare importante valore per tutti i suoi stakeholders, implementando con successo la propria strategia di lungo periodo. Ciò comprende il suo piano di fondersi con PSA, che per parte sua ha completato con successo il risanamento delle attività europee che ha recentemente acquistato dalla General Motors.

“FCA si occuperà di questo straordinario tentativo di creare un diversivo nei modi dovuti e continuerà a concentrarsi sul produrre risultati record e realizzare la sua entusiasmante visione del futuro dell’industria automobilistica, conclude la nota.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

General Motors denuncia FCA: “Tangenti ai sindacati”. Accu...