Bonus Agosto, arriva il fondo perduto: come funziona e a chi spetta

Un contributo a fondo perduto per i commercianti e i negozi più colpiti dall'emergenza Coronavirus

Arriva il bonus a fondo perduto pensato per i negozi e le attività commerciali, il provvedimento è stato approvato dal decreto agosto, ma non spetta a tutti. Tra i requisiti richiesti per avere accesso al contributo vi è quello della locazione: il negozio/attività deve infatti trovarsi in una zona considerata ad alto tasso turistico. Ma vediamo insieme di cosa si tratta e a chi è indirizzato.

Settore turistico in crisi: arriva il bonus agosto

Seppur gli imprenditori siano stati più o meno tutti colpiti dall’emergenza Coronavirus, vi è una categoria di commercianti che più ha pagato caro lo scotto del lockdown: si tratta dei proprietari e gestori di negozi e/o attività situate nei cosiddetti centri storici, ovvero quelli ad alto tasso turistico.

Le restrizioni relative ai trasporti e la paura di un possibile contagio hanno fatto registrare una forte battuta d’arresto al turismo. Per questo motivo, oggi sono molti gli operatori del settore turistico che continuano a chiedere aiuto e supporto al Governo. I turisti italiani, in molti casi, non sono riusciti a colmare la mancanza di entrate derivanti dal minor afflusso di turisti stranieri, così l’Esecutivo, con il decreto Agosto, ha pensato bene di andare incontro a chi con queste perdite deve fare adesso i conti.

A chi spetta il contributo a fondo perduto: i destinatari del bonus agosto

Ma a chi spetta il bonus agosto? I destinatari del contributo a fondo perduto sono: tutti gli esercenti attività economiche e commerciali aperte al pubblico e svolte nei centri storici dei comuni che registrano o hanno registrato negli anni un alto tasso di presenze di turisti stranieri.

In questo caso, per individuare i beneficiari, bisognerà fare riferimento all’ultima rivelazione sulla presenza di turisti stranieri residenti in Paesi esteri: se il dato è maggiore di almeno cinque volte il numero di residenti, allora il contributo a fondo perduto verrà riconosciuto dall’Agenzia delle Entrate.

I negozi e le attività in possesso di tale requisito dovranno poi dimostrare di aver subito un calo di fatturato, rapportando le minore entrate a giugno 2020 a quelle dello stesso mese dichiarate nel 2019.

Bonus agosto a commercianti ed esercenti attività: quanto spetta

La somma spettante ai destinatari del bonus agosto sarà rapportata alla perdita del fatturato. In particolare, l’importo a fondo perduto dovrà essere calcolato applicando alle perdite registrare rispetto all’anno scorso una percentuale del:

  • 20% per i soggetti cui ricavato non ha superato i 400 mila euro nel periodo di imposta precedente;
  • 15% per i soggetti cui ricavato ha superato i 400 mila euro ma sono stati minori di un milione di euro nel periodo di imposta precedente;
  • 10% per i soggetti con ricavi superiori al milione di euro nel periodo di imposta precedente.

Il riconoscimento del bonus nonché il calcolo dello stesso resta di competenza dell’Agenzia delle Entrate.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bonus Agosto, arriva il fondo perduto: come funziona e a chi spetta