Naspi marzo 2021: quando arriva, come funziona e cosa c’è da sapere

La disoccupazione Naspi ha subito alcuni cambiamenti nel 2021, ma dopo i ritardi del mese di febbraio, il pagamento di marzo dovrebbe arrivare regolarmente

Dopo alcuni ritardi segnalati dai contribuenti nel mese di febbraio, in molti si chiedono quando verrà pagata la Naspi di marzo 2021. La data può variare e non è uguale per tutti, perché cambia in base a quando è stata presentata la domanda. Tuttavia è possibile avere un’indicazione valida per tutti, e, seguendo alcuni accorgimenti, sul sito dell’Inps è possibile verificare quando arriva il pagamento.

Cos’è la disoccupazione Naspi e a chi spetta

La disoccupazione Naspi (Nuova assicurazione sociale per l’impiego) è una prestazione a sostegno del reddito erogata dall’Inps. Possono accedervi i lavoratori con rapporto di lavoro subordinato che hanno perso involontariamente l’occupazione, compresi gli apprendisti, i soci lavoratori di cooperative, il personale artistico e i dipendenti a tempo determinato della Pubblica amministrazione.

La Naspi spetta a partire dall’ottavo giorno ed entro 68 giorni successivi alla data di cessazione del rapporto di lavoro oppure dal trentottesimo giorno successivo al licenziamento per giusta causa, e dal giorno successivo di presentazione della domanda. Bisogna inoltre aspettare l’ottavo giorno successivo al termine del periodo di maternità, malattia, infortunio sul lavoro o malattia professionale.

La domanda per ricevere la Naspi può essere inviata in forma telematica all’Inps attraverso il portale web, al quale si accede utilizzando lo Spid o la Carta nazionale dei servizi oppure può essere richiesta a un ente di patronato. È possibile ricevere ulteriori informazioni tramite il contact center dell’Inps, chiamando il numero 803 164, gratuito da rete fissa, oppure il numero 06 164 164 da rete mobile.

A quanto ammonta la Naspi nel 2021

Con la circolare numero 7 del 21 gennaio 2021 l’Inps ha chiarito che l’importo massimo dell’indennità Naspi è fissato a 1.335,40 euro. La misura della prestazione è pari al 75% della retribuzione media mensile imponibile ai fini previdenziali degli ultimi quattro anni. Viene ridotta del 3% al mese a partire dal quarto mese di erogazione in poi. La retribuzione da prendere a riferimento è pari per il 2021 a 1.227,55 euro.

Questo tipo di disoccupazione viene corrisposto mensilmente per un numero di settimane pari alla metà delle settimana contributive presenti negli ultimi quattro anni. Ai fini del calcolo non vengono considerati i periodi di contribuzione che hanno già permesso l’erogazione di prestazioni di disoccupazione.

Quando arriva la Naspi di marzo 2021

Il pagamento della Naspi avviene generalmente il 10 del mese, e quindi la Naspi di marzo 2021 dovrebbe arrivare tra il 5 e l’11 marzo, salvo ritardi segnalati dall’Inps. È possibile verificare l’avvenuto pagamento nel fascicolo previdenziale del contribuente sul sito dell’Istituto.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Naspi marzo 2021: quando arriva, come funziona e cosa c’è da sa...