Bonus facciate anche per i lavori sui balconi? Il chiarimento dell’Agenzia

Nella risposta all'interpello 411 del 25 settembre, i tecnici dell'Agenzia chiariscono i dubbi a riguardo dei lavori sui balconi

Anche i lavori di rifacimento dei balconi possono godere delle agevolazioni fiscali previste dal bonus facciate (che consente di “scaricare” il 90% dei costi sostenuti per l’intervento). Come spiegato dall’Agenzia delle Entrate nell’interpello 411 del 25 settembre 2020, è necessario che i lavori sui balconi rispettino caratteristiche piuttosto precise. Come accade spesso in questi casi “limite”, infatti, si corre il serio rischio di realizzare lavori costosi credendo di poter usufruire del bonus, ma di ritrovarsi alla fine con un pugno di mosche. Necessario, dunque, fare sempre molta attenzione.

Bonus facciate anche per balconi: le indicazioni dell’Agenzia

I tecnici dell’amministrazione finanziaria “traggono ispirazione” da un interpello rivolto loro da un contribuente che, in seguito all’esecuzione di lavori di ristrutturazione dei balconi del condominio in cui vive, vuole sapere se può usufruire dello sgravio fiscale del 90% dei costi sostenuti da lui e dai condomini.

Nello specifico, i lavori di ristrutturazione avevano riguardato la rimozione della pavimentazione esistente; impermeabilizzazione e rifacimento della pavimentazione; rimozione e riparazione delle parti ammalorate dei sotto-balconi e successiva tinteggiatura; rimozione e riparazione delle parti ammalorate dei frontalini dei balconi e successiva tinteggiatura.

Nella risposta, l’Agenzia delle Entrate fa riferimento alla circolare 2/E del 2020, con la quale specifica quali siano i lavori che danno diritto a usufruire del bonus facciate. Nella risposta all’interpello 411 si specifica che ” l’esplicito richiamo agli interventi realizzati esclusivamente sulle strutture opache della facciata, sui balconi, ornamenti e fregi, comporta che sono ammessi al bonus facciate, gli interventi sull’involucro esterno visibile dell’edificio, vale a dire sia sulla parte anteriore, frontale e principale dell’edificio, sia sugli altri lati dello stabile (intero perimetro esterno) e, in particolare, gli interventi sugli elementi della facciata costituenti esclusivamente la struttura opaca verticale”.

Bonus facciate 90%: gli interventi ammessi per i balconi

Nella seconda parte della risposta, l’Agenzia delle Entrate specifica quali sono i lavori sui balconi che garantiscono l’accesso all’agevolazione fiscale del 90%. “La detrazione – si legge nella risposta all’interpello – spetta per interventi di consolidamento, ripristino, inclusa la mera pulitura e tinteggiatura della superficie, o rinnovo degli elementi costitutivi degli stessi. La detrazione, inoltre, spetta, tra l’altro, anche per gli altri eventuali costi strettamente collegati alla realizzazione degli interventi in questione”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bonus facciate anche per i lavori sui balconi? Il chiarimento dell&#82...