Dl Sostegno: “Ristori non saranno mensili, arco temporale ampio”

Ne ha fatto cenno il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti.

Cassa-Covid e prolungamento del blocco dei licenziamenti, ristori a fondo perduto con un cambio di metodologia che elimina i codici Ateco, risarcimenti per la filiera della neve e stralcio delle mini-cartelle. E’ quanto si trova, in sintesi, nella bozza del Dl Sostegno, il primo decreto “economico” che il governo Draghi sta mettendo a punto e che vedrà la luce la prossima settimana.

Previsti risarcimenti “a fondo perduto” entro il 30 aprile per circa 2,7 milioni di imprese e professionisti penalizzati dalle restrizioni anti-Covid. Cambia, come detto, il sistema per gli indennizzi: non sarà più governato dai codici Ateco, ma spetterà a tutte le imprese con meno di 5 milioni di fatturato e che possono dimostrare una perdita di almeno il 33% del fatturato rispetto ai livelli pre-Covid.

Un sistema semi-automatico che prevede 4 fasce di indennizzo:

  • il 30% fino a 100 mila euro di fatturato,
  • il 25% fino a 400mila,
  • il 20% fino a 1 milione
  • il 15%fino a 5 milioni.

Le erogazioni saranno gestite da una nuova piattaforma della Sogei e prenderanno il via entro 10 giorni dall’inizio dell’operatività della piattaforma previsto entro 30 giorni dalla pubblicazione del decreto.

Ristori non più mensili

Ne ha accennato il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, nel corso del question time alla Camera. ”Il Mise sta conducendo in questi giorni le interlocuzioni necessarie con gli altri dicasteri – ha detto -, in particolare Mef che è deputato a redigere il provvedimento (dl sostegno ndr), che avrà i requisiti d’urgenza e che auspicabilmente vedrà la luce entro la prossima settimana. Gli uffici tecnici preposti sono al lavoro per individuare un pacchetto di normative e misure di sostegno ispirate alla equità, alla celerità, alla semplificazione e alla immediatezza. Allo scopo di quantificare gli indennizzi si farà riferimento a un arco temporale più ampio della semplice mensilità” spiega Giorgetti.

Si vedrà nel decreto se l’arco temporale per i ristori passaerà ad essere trimestrale, come si vocifera nei corridoi del Ministero.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dl Sostegno: “Ristori non saranno mensili, arco temporale ampio&...