Eni assume diplomati e laureati

Piano di investimenti per il triennio 2019-2021 e rilancio dell’occupazione

A cura di

Eni, una delle maggiori imprese energetiche al mondo, nasce nel 1953 grazie ad una legge dello Stato sotto la gestione di Enrico Mattei, che ne fu presidente fino al 1962, anno della sua morte. Grazie alla presidenza di Mattei, Eni diventa un’impresa energetica nazionale in grado di garantire lo sviluppo della piccola e media impresa e il fabbisogno energetico alle famiglie a prezzi più bassi.

Anche se oggi è presente in tutto il mondo, le radici dell’azienda sono sempre in Italia per questo Eni, nel prossimo triennio 2019-2021, prevede un investimento di circa 260 milioni di euro per la realizzazione di impianti progettati con tecnologie innovative da fonte rinnovabile, per rilanciare l’occupazione e dare nuova vita ai siti industriali dismessi presenti sul territorio.

Le persone che entrano a far parte di Eni lavorano in un ambiente all’avanguardia con impianti e tecnologie di ultima generazione, privo di discriminazioni e capace di offrire a tutti le stesse opportunità in base al merito personale, attraverso corsi di formazione costanti e di alto livello. Al momento Eni ricerca, nelle varie sedi italiane, diverse figure professionali che abbiano come titolo di studio il diploma o la laurea. Ma il piano di investimenti previsto per il prossimo triennio ha come obiettivo principale proprio il rilancio dell’occupazione quindi molte altre immissioni si prevedono nei prossimi mesi. Per verificare nello specifico tutte le figure ricercate e candidarvi potete cliccare qui

Leggi anche:

Aeronautica Militare: 800 nuove assunzioni

Ferrovie dello Stato: 1100 nuove assunzioni

Enel: tutte le assunzioni in corso

Ikea assume diplomati e laureati

Per tutti gli altri Concorsi e articoli sul Lavoro

Eni assume diplomati e laureati