Sleepinfluencer: dormire 20 ore per lavoro, questa azienda ne cerca uno

AAA cercasi uno sleepinfluencer: deve testare materassi e cuscini, schiacciando un pisolino

Dormiglioni incalliti ecco il lavoro che potrebbe fare per voi: un’azienda del Texas, che vende materassi e complementi per la zona notte, ha una posizione lavorativa molto “allettante”.

Stanchi del solito lavoro in ufficio, magari seduti davanti a un ordinario pc a gestire file, cartelle e a organizzare meeting? Se la risposta è sì, sappiate che presso la MattressFirm è possibile ricoprire il ruolo di “sleepinfluencer”.

Solo alcuni mesi fa, Ferrero, storica azienda di Alba che produce barrette e prodotti di cioccolato a base di nocciola, cercava 90 assaggiatori di Nutella. Questi ultimi dovevano mettere in moto capacità sensoriali come olfatto, vista e gusto, per testare i prodotti. Senza contare che la fase lavorativa “sul campo” veniva anticipata da un corso di formazione ad hoc.

MattressFirm, l’azienda presso cui è possibile ricoprire il ruolo di sleepinfluencer, è specializzata nella vendita di materassi, letti, cuscini (di tutte le tipologie), biancheria da letto, culle per neonati e tutto quello che concerne il mondo del “sonno”. Nasce nel 1986 con l’apertura del primo negozio in Texas, a Houston e da allora, grazie anche all’impegno e ai principi alla base dell’impresa, la MattressFirm è stata interessata da una graduale crescita. Ad oggi, l’azienda conta oltre 9.000 membri che fanno parte del team e oltre 3.000 store.

Qual è la mansione principale dello sleepinfluencer, ovvero della posizione di lavoro “snoozetern”, così come proposta dall’azienda? Il lavoratore deve testare i prodotti dell’impresa provando gli effettivi comfort di piumoni, materassi e cuscini. Per farlo, deve appisolarsi e in seguito dovrà rilasciare opinioni e pubblicizzare il brand tramite i social network. La qualità del sonno è importante e a confermarlo ci sono studi scientifici specifici. Per questo è bene che, oltre a seguire alcuni piccoli accorgimenti come cenare diverse ore prima di andare a coricarsi, oppure evitare di fare utilizzo di monitor e apparecchi come telefonini e pc, si crei l’atmosfera giusta che concili il sonno. Materassi, cuscini, piumoni non sono tutti uguali e ciascuno di noi percepisce un “grado” di comfort diverso dagli altri.

In virtù di questo, lo sleepinfluencer può essere determinante. Si tratta di una figura che ricalca in parte il lavoro dell’influencer, oltre a quello del collaudatore di materassi. Il compenso previsto è di 200 dollari per svolgere un’attività di 20 ore settimanali.

Sleepinfluencer: dormire 20 ore per lavoro, questa azienda ne cerca&nb...