Sleepinfluencer: dormire 20 ore per lavoro, questa azienda ne cerca uno

AAA cercasi uno sleepinfluencer: deve testare materassi e cuscini, schiacciando un pisolino

Foto di Claudio Garau

Claudio Garau

Editor esperto in materie giuridiche

Laureato in Giurisprudenza, con esperienza legale, ora redattore web per giornali online. Ha una passione per la scrittura e la tecnologia, con un focus particolare sull'informazione giuridica.

Non di rado sul web ci si imbatte in annunci di lavoro che propongono attività davvero inconsuete. Degustatori di cibi per animali, tester di scivoli d’acqua, cosplayer di film, pet detective, raccoglitori di gomme da masticare: questi sono soltanto alcuni esempi di ciò che si può trovare oggi tra le offerte rivolte a chi sta cercando un’occupazione.

Qualche tempo fa, Ferrero, storica azienda di Alba che produce barrette e prodotti di cioccolato a base di nocciola, cercava 90 assaggiatori di Nutella. Questi ultimi dovevano mettere in moto capacità sensoriali come olfatto, vista e gusto, per testare i prodotti. Senza contare che la fase lavorativa “sul campo”, veniva anticipata da un corso di formazione ad hoc.

Ma l’elenco di professioni bizzarre non si esaurisce qui ed, anzi, si arricchisce di una figura del tutto nuova, che si combina con l’utilizzo di internet.

Ci riferiamo a quello che è chiamato “sleepinfluencer”, ma attenzione: come vedremo tra poco, non ha in realtà molte analogie con i più noti influencer di Instagram e piattaforme simili. Tale figura, in questi anni, è stata però ricercata per le sue potenzialità in ambito commerciale e, proprio per questo motivo, ha questo nome. Scopriamone di più nel corso di questo articolo.

Lo sleepinfluencer tra le professioni più strane, ecco qual è il suo lavoro

Nei tempi odierni gli influencer costituiscono una categoria di professionisti del web, che sfruttano immagine, carisma e reputazione per vendere prodotti o servizi, rivolgendosi ad un pubblico di utenti e follower talvolta davvero ampio. Troviamo ad es. i beauty influencer, i travel influencer, i finance influencer, i food influencer o i fashion influencer, ed ora anche un lavoro – sicuramente innovativo e stravagante – da svolgersi grazie al web.. e ad un materasso.

Proprio così. I dormiglioni incalliti e coloro che amano stare spaparanzati sul divano ad oziare, gradiranno sapere che nel mondo esiste un lavoro che potrebbe fare per loro. Un’azienda del Texas che vende materassi e complementi per la zona notte, in questi anni ha offerto una posizione lavorativa molto “allettante”.

Se siete stanchi della solita routine in ufficio, del solito orario di lavoro, dei soliti colleghi noiosi e talvolta antipatici ed arroganti, e del solito lavoro da farsi seduti davanti a un ordinario pc a gestire file, cartelle e a organizzare meeting, la soluzione potrebbe essere a portata di mano.. anzi di cuscino.

Presso la MattressFirm è stato infatti offerto il ruolo di “sleepinfluencer”. Come è facilmente intuibile, si tratta di un un lavoro che combina mondo digitale e attitudine a dormire ma, per saperne di più su questa posizione lavorativa, basta dare un’occhiata a ciò che negli ultimi anni la nota azienda ha proposto ai disoccupati, ossia l’attività di “snoozetern”.

Qual è allora la mansione principale dello sleepinfluencer ? Ebbene, il lavoratore deve testare i prodotti dell’impresa provando gli effettivi comfort di piumoni, materassi e cuscini. Ma non basterà stare sdraiati per qualche minuto, per godersi il relax dopo un’impegnativa giornata: in questi anni l’azienda ha richiesto ai testatori di appisolarsi durante l’utilizzo dei suoi prodotti, rilasciando poi feedback e opinioni, per pubblicizzare il brand (evidentemente in modo positivo) grazie ai social network.

Il vasto pubblico del web può così avere un riscontro immediato da parte di chi ha provato un certo materasso o cuscino, e l’azienda in questione potrà ambire a conquistare qualche cliente in più, attratto da MattressFirm per il comfort che traspare dai video degli sleepinfluncer che, di fatto, fanno un’astuta pubblicità alla catena di negozi.

Il compenso previsto da MattressFirm

MattressFirm, l’azienda presso cui in questi anni è stato possibile ricoprire il ruolo di sleepinfluencer, è specializzata nella vendita di materassi, letti, cuscini (di tutte le tipologie), biancheria da letto, culle per neonati e tutto quello che concerne il mondo del “sonno”.

Nasce nel 1986 con l’apertura del primo negozio in Texas, a Houston e da allora, grazie anche all’impegno e ai principi alla base dell’impresa, la MattressFirm è stata interessata da una graduale crescita. Ad oggi, l’azienda conta oltre migliaia di membri e di store, mentre il suo sito web è molto ricco di contenuti utili a chi vuole acquistare prodotti per la propria camera da letto o matrimoniale.

In virtù di questo, lo sleepinfluencer può essere determinante per il profitto o comunque per alzarlo di una determinata percentuale, sfruttando le dinamiche del web e il fatto che oggi gli utenti connessi alle piattaforme dei social network sono innumerevoli. Ma quanto è stato pagato per un’attività del genere?

Ebbene, coloro che ambiscono a provare letti, materassi e cuscini – ed essere pagati per questa rilassante attività – debbono scordarsi gli altissimi guadagni che possono fare gli influencer più affermati (scopri qui gli aspetti fiscali di questa professione): lo sleepinfluencer è stato pagato circa 200 dollari alla settimana per svolgere un ‘lavoro’ di circa 20 ore ogni sette giorni.

Insomma, non un lavoro con cui farsi uno stipendio adatto a fronteggiare proprio tutte le spese mensili, ma un’attività con cui ‘arrotondare’.. in relax e svolgendo magari un altro lavoro part-time (possibilmente pagato di più).

La qualità del sonno è importante e lo sleepinfluencer lo sa bene

La qualità del sonno è di estremo rilievo in una società frenetica come quella odierna, in cui i ritmi sono molto più veloci che alcuni decenni fa e in cui la scadenze sembrano sempre più ravvicinate. Senza dimenticare il rischio burnout in non pochi luoghi di lavoro. La propria salute beneficerà di un buon numero di ore di sonno e, proprio per questo, la promozione effettuata dagli sleepinfluencer ha un potenziale da non sottovalutare, dal lato commerciale e non solo.

A confermare la bontà di un sonno ristoratore ed effettuato su un numero di ore non inferiore alle sette, vi sono diversi studi scientifici. Ma quali accorgimenti utilizzare, per dormire bene e usare al meglio i prodotti MattressFirm? Ebbene, oltre a seguire alcuni piccoli accorgimenti come cenare diverse ore prima di andare a coricarsi, oppure evitare di fare utilizzo di monitor e apparecchi come telefonini e pc prima di andare a dormire, è importante che si crei l’atmosfera giusta che concili il sonno.

Materassi, cuscini, piumoni non sono tutti uguali e ciascuno di noi percepisce un “grado” di comfort diverso dagli altri. Ecco perché lo sleepinfluencer, con la sua attività di test, è in grado di convincere i potenziali clienti all’acquisto, focalizzandosi su pregi e benefici dei prodotti MattressFirm (sul marketing degli influencer abbiamo parlato specificamente qui).