Auto usate, a quanto ammonta l’ecobonus, come funziona e quando parte

Come ottenere gli incentivi e cosa devono fare i concessionari per recuperare lo sconto all'acquirente

La data da cerchiare in rosso sul calendario è quella di martedì prossimo. A partire dalle ore 10 del 28 settembre infatti, sarà possibile, per i concessionari, inserire le prenotazioni degli ecobonus per l’acquisto delle auto usate su ecobonus.mise.gov.it.

Per quali vetture sono validi gli ecobonus, a quanto ammontano, come ottenerli

Gli incentivi, dal valore complessivo di 40 milioni, saranno validi soltanto per le vetture a basse emissioni. In particolare si tratta delle auto appartenenti alla categoria M-1. Il bonus può arrivare anche a 2mila euro, a patto che, contestualmente si porti alla rottamazione un veicolo della stessa categoria di quello che si intende acquistare. Quest’ultimo deve essere intestato, da almeno un anno, all’acquirente o a un familiare convivente, e deve essere stato immatricolato prima del 2011 o dopo, ma solo se compie 10 anni entro la fine del 2021.

Altri paletti, da tenere presenti per rientrare tra i beneficiari del bonus auto usate, riguardano il tipo di veicolo e il costo di quest’ultimo. In particolare, l’autovettura, usata, che si intende acquistare, deve essere stata immatricolata in Italia, avere un prezzo non superiore ai 25mila euro, secondo i costi di mercato correnti, uno standard non inferiore a Euro 6 ed emissioni CO2 contenute entro i 160 g/km.

Impossibile inoltre cumulare più incentivi sullo stesso veicolo.

C’è il rischio di restare senza incentivo?

Almeno da un punto di vista teorico, . Perché la piattaforma per l’usato sarà operativa da martedì, ma su di essa potranno essere registrati gli acquisti da luglio in poi. Si rischia quindi una corsa all’incentivo, riguardante gli acquisti degli ultimi tre mesi, settembre compreso. Considerando che il bonus medio è stato valutato mille euro, se il fondo di 40 milioni non dovesse bastare, ciò comporterebbe la necessità di un rifinanziamento.

Vale inoltre la pena ricordare che l’incentivo minimo è di 750 euro (91-160 g/km di CO2), si sale poi a mille euro (61-90 g/km di CO2) e si arriva a 2mila euro tra 0 e 60 g/km di CO2. Il concessionario potrà recuperare il contributo come credito d’imposta, presentando il modello F24 in modalità telematica, dopo averlo riconosciuto all’acquirente.

Lo scorso 14 settembre è partito anche l’ecobonus per le auto nuove: ecco come prenotarlo. Qui invece tutto quel che c’è da sapere sugli incentivi per le auto usate elettriche, che sono stati rifinanziati dal governo dopo essere stati esauriti.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Auto usate, a quanto ammonta l’ecobonus, come funziona e quando part...