Bonus Sar a lavoratori interinali, cos’è e come chiederlo

Al termine del rapporto di lavoro i lavoratori in somministrazione possono richiedere un contributo fino a mille euro

Forse tra i contributi meno conosciuti, per i lavoratori interinali ai quali non viene rinnovato il contratto alla fine del rapporto c’è un bonus di “sostegno al reddito”, il cosiddetto “bonus Sar”. Si tratta di un’indennità che può andare dai 780 ai mille euro, riconosciuta dal Forma.Temp, il “Fondo per la formazione e il sostegno al reddito dei lavoratori in somministrazione”.

Bonus Sar a lavoratori interinali, i requisiti

Sono tre le categorie in cui sono divisi i lavoratori interinali che possono averne diritto, secondo questi requisiti:

  • coloro che sono disoccupati da almeno 45 giorni e abbiano maturato almeno 110 giorni di lavoro (o 440 ore lavorate, in caso di part-time verticale) negli ultimi 12 mesi a partire dall’ultimo giorno effettivo di lavoro in somministrazione
  • i disoccupati da almeno 45 giorni che abbiano portato a termine la procedura in “Mancanza di occasioni di lavoro (Mol)” ai sensi dell’art. 25 Ccnl Agenzie per il Lavoro
  • i soggetti disoccupati da almeno 45 giorni e abbiano maturato almeno 90 giorni di lavoro (o 360 ore lavorate, in caso di part-time verticale) negli ultimi 12 mesi a partire dall’ultimo giorno effettivo di lavoro in somministrazione

Nei primi due casi viene riconosciuto un bonus di mille euro lordi, mentre gli appartenenti al terzo profilo possono beneficiare di un sostegno di 780 euro lordi.

Bonus Sar a lavoratori interinali, come chiederlo

Per fare domanda del bonus Sar il richiedente deve presentare l’istanza tramite il portale Forma.Temp tra il 106esimo e il 173esimo giorno successivo all’ultimo rapporto di lavoro in somministrazione. Il lavoratore avrà quindi attendere altri 60 giorni, oltre ad aver maturato 45 giorni di disoccupazione, per potere fare richiesta del contributo e da quel momento avrà 68 giorni per poter inviare i propri dati.

Se invece dovesse ottenere un nuovo rapporto di lavoro subordinato, anche con tipologia contrattuale diversa dalla somministrazione, di durata pari o inferiore ad una settimana contributiva, il calcolo dei giorni utili al raggiungimento del requisito dei giorni di disoccupazione viene sospeso.

Due le modalità per fare richiesta e beneficiare del contributo:

  • telematicamente, registrandosi al sito internet di Roma.temp. Dopo aver compilato i campi previsti ed inserito i relativi allegati, si deve scaricare e stampare il modulo di domanda, sottoscriverlo con firma autografa, scansionarlo e allegarlo a sistema nella sezione “firma della domanda”. Cliccando su “salva” la domanda viene trasmessa al Fondo.
  • oppure rivolgendosi a uno degli Sportelli Sindacali di categoria operativi nel proprio territorio di riferimento: Felsa Cisl, Nidil Cgil, UilTemp.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bonus Sar a lavoratori interinali, cos’è e come chiederlo