Crollo Genova, il governo corre ai ripari: a settembre varo piano infrastrutture

Lo ha affermato Giancarlo Giorgetti, sottosegretario alla presidenza del Consiglio, in una intervista rilasciata a Il Messaggero

(Teleborsa) Mentre non si placano le polemiche sulle responsabilità dopo il crollo del Ponte Morandi a Genova che ha causato la morte di 43 persone, il governo corre ai ripari e indica la via per il futuro che passa attraverso una grande operazione di messa in sicurezza infrastrutturale del Paese.E’ partita da poche ore una lettera del governo in cui abbiamo contestato ad Autostrade la responsabilità del crollo, sta adesso alla società rispondere. Ci saranno tutte le verifiche del caso. C’è una inchiesta penale, con ipotesi di reato gravissime e i risultati dovranno arrivare al più presto: non possiamo accettare che certe situazioni si protraggono all’infinito e si arrivi a prescrizione come per la strage di Viareggio”. Lo ha detto Giancarlo Giorgetti, sottosegretario alla presidenza del Consiglio, in una intervista rilasciata a Il Messaggero.

“TORNARE A GARANTIRE LE STRUTTURE DI BASE” – “Il governo, continua, è determinato a varare a settembre una grande operazione di messa in sicurezza infrastrutturale del Paese”. Il piano, spiega Giorgetti, “non riguarderà solo la rete autostradale, i ponti, i viadotti, gli acquedotti, ma anche le scuole e le situazioni di rischio causate dal dissesto idrogeologico. Sarà un’operazione di manutenzione senza precedenti, con investimenti ingenti in lavori pubblici. Negli ultimi anni, prosegue il sottosegretario, il Paese e le sue strutture sono state trascurate, dimenticate. Si è pensato alle ‘Nuvole’, all’arredo urbano. Ora si torna a garantire le strutture di base, l’essenziale”.

“Non esistono vincoli europei che tengano”“Su questo fronte  non esistono deficit, Pil, o parametri europei che tengano. Siamo convinti che l’Unione sarà ovviamente benevola”, precisa Giorgetti a proposito della possibilità di sforare i vincoli di bilancio.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Crollo Genova, il governo corre ai ripari: a settembre varo piano infr...