Termina l’era delle banconote da 500 euro, cosa accadrà con quelle circolanti

Le banconote da 500 euro non verranno più prodotte, ma quelle in circolazione avranno ancora valore legale

Addio alla banconota da 500 euro, che dal 1° gennaio 2019 non verrà più prodotta.

È la banconota dal taglio più grande, tanto che il suo valore è di ben 500 euro: una somma più che consistente racchiusa in un piccolo “rettangolo di carta”. Con il colore viola che l’ha contraddistinta fin dal momento della sua creazione, la 500 euro era ormai tra le banconote più difficili da reperire. In virtù di questo, sembrava gravitare su di essa quasi una leggenda: già diverso tempo fa, il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco, aveva sottolineato la riduzione sostanziale delle 500 euro e in effetti non capitava a tutti di avere tra le mani una banconota di tale valore.

E ora, con l’entrata in vigore della direttiva del 2016 che ne prevede il ritiro, la banconota dal colore viola sparisce definitivamente. Il motivo? Contrastare in maniera importante la pratica del riciclaggio di denaro. Stando ai dati raccolti infatti, gli evasori ma anche i trafficanti di armi e di droga, preferiscono proprio i biglietti da 500 euro per depositare grosse somme negli istituti bancari. Con poche banconote di questo taglio infatti, si possono raggiungere con grande facilità importi molto elevati. Si tratta di un flusso di versamenti che è andato via via aumentando, al punto da diventare un vero allarme e da dover prendere dei provvedimenti.

Lo stop all’immissione di biglietti da 500 euro riguarderà 17 delle 19 banche centrali dei Paesi che fanno parte dell’Eurozona. Faranno eccezione la banca austriaca Oesterreichische Nationalbank e quella centrale tedesca Bundesbank che invece per motivi di tipo logistico, continueranno a mettere in circolazione banconote di questo taglio fino al 26 aprile 2019.

Cosa accadrà con le banconote da 500 euro in circolazione?

Se è vero che la produzione di questi biglietti cesserà in maniera definitiva, è anche vero che quelli circolanti avranno ancora valore legale e potranno quindi essere utilizzati per effettuare i pagamenti necessari, fino al loro esaurimento. Come riportato dalla Bce – Banca centrale europea – infatti, la banconota in questione “Manterrà sempre il suo valore e potrà essere cambiata presso le Banche centrali dell’Eurosistema per un periodo di tempo illimitato”. In egual modo anche cambiavalute, operatori commerciali e istituti bancari potranno reimmettere in circolazione banconote da 500 euro.

Termina l’era delle banconote da 500 euro, cosa accadrà con quelle&...