Nuovo Codice della strada: cosa cambia dal 10 novembre per tutti

Entra in vigore a partire da mercoledì 10 novembre il nuovo codice della strada 2021. Tante le novità da conoscere

Come vi avevamo anticipato, entra in vigore a partire da mercoledì 10 novembre il nuovo codice della strada. Tante le novità da conoscere, che abbiamo riassunto qui sotto.

Smartphone e altri device vietati alla guida

Nel nuovo Codice della strada uno dei punti più importanti riguarda il divieto di utilizzare telefoni cellulari e altri dispositivi mentre si è alla guida. Multe salate per chi sgarra. Alla lista dei device vietati mentre si guida troviamo:

  • smartphone
  • computer portatili
  • notebook
  • tablet
  • dispositivi analoghi che comportino anche solo temporaneamente l’allontanamento delle mani dal volante.

Parcheggi per donne e disabili

Diverse le novità anche per i parcheggi:

  • dal 1° gennaio 2022 scattano i parcheggi gratis per i disabili
  • parcheggi “rosa” per le donne in gravidanza e i genitori con bambini fino a 2 anni
  • multe più salate per chi parcheggia il proprio veicolo nei posti riservati: le sanzioni andranno da 168 a 672 euro, prima andavano da 84 a 335 euro
  • via anche più punti della patente: da 2 triplicheranno a 6.

Strisce pedonali

Scattano nuovi obblighi per tutti davanti alle strisce pedonali: gli automobilisti dovranno dare la precedenza non solamente ai pedoni che risultino aver già iniziato l’attraversamento della strada, ma anche a coloro che risultino in procinto di farlo.

Monopattini

Tema spinoso quello dei monopattini, che troppo di frequente sfrecciano a grande velocità senza regole anche sui marciapiedi. Non viene introdotto l’obbligo di casco, però, incredibilmente. Ecco dunque le nuove regole, in vigore dal 1° luglio 2022:

  • obbligo per tutti i monopattini di frecce e freni su entrambe le ruote, davanti e dietro
  • massimo 6 km/h in aree pedonali
  • circolazione e sosta vietata sui marciapiedi
  • vietato andare contromano

Casco in moto

Ora scattano anche multe per il conducente di moto che trasporti un passeggero senza casco, a prescindere dall’età. L’obbligo di casco sia per conducente che per passeggero era già in vigore, ma le multe prima erano previste solo per il conducente in caso di passeggero minorenne.

Telecamere nei passaggi a livello

Il divieto assoluto di attraversare il passaggio a livello chiuso viene rafforzato dalla possibilità di installazione di telecamere per il rilevamento automatico delle violazioni.

Sosta auto elettriche

Nuove regole anche per le auto elettriche: i parcheggi con le colonnine di ricarica potranno essere occupati solo per il periodo necessario alla ricarica, eccetto che nella fascia oraria 23-7, cioè di notte. Di giorno, dunque, dopo un’ora scatta il divieto di sosta.

Bonus patente

Il nuovo decreto Infrastrutture introduce anche quello che è stato già ribattezzato come “Bonus patente”. Si tratta di un contributo per chi prende la patente: fino a 1.000 euro, per un massimo del 50% delle spese totali sostenute, per i giovani under 35 anni, per chi percepisce il Reddito di cittadinanza o altre forme di ammortizzatori sociali.

Foglio rosa

Viene resa strutturale la norma introdotta durante la pandemia che estende la validità del foglio rosa dai 6 ai 12 mesi. Novità anche per l’esame di guida per la patente B, che potrà essere ripetuto per 3 volte.

Multe trasparenti

Ogni anno i Comuni dovranno dichiarare a cosa saranno destinati i proventi delle multe.

Divieto di pubblicità sessiste

Il nuovo Codice della strada assicura maggiore attenzione anche alle pubblicità per strada. Si prevede il divieto di pubblicità dal contenuto sessista o violento, e di messaggi lesivi del rispetto delle libertà individuali, dei diritti civili e politici, del credo religioso o dell’appartenenza etnica oppure discriminatori con riferimento all’orientamento sessuale, all’identità di genere o alle abilità fisiche e psichiche.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Nuovo Codice della strada: cosa cambia dal 10 novembre per tutti