Dichiarazione redditi 2019: come usufruire della detrazione per l’installazione dei pannelli solari

L’Agenzia delle Entrate ha spiegato quali impianti solari possono essere detratti dalla dichiarazione 2019

Con la circolare 13/E del 31 maggio 2019, l’Agenzia delle Entrate ha fornito maggiori informazioni su quali spese possono essere detratte dalla dichiarazione dei redditi 2019. Tra queste spiccano le spese per l’installazione di pannelli solari su edifici civili e industriali sostenute nel corso del 2018. Nello specifico, nei Righi E61 – E62 col. 1 cod. 3 (precisamente, a pagina 306 del vademecum fiscale), l’Agenzia chiarisce quali sono i limiti di detraibilità per ogni edificio; quali le spese e gli interventi ammissibili e quali caratteristiche tecniche devono essere rispettate affinché l’impianto possa essere inserito nella dichiarazione dei redditi.

Impianti solari, quali spese detrarre dalla dichiarazione dei redditi 2019

Prima di tutto, l’Agenzia delle Entrate chiarisce quale sia l’ammontare che può essere detratto in fase di dichiarazione. La detrazione spetta nel limite di 60.000 euro per ogni edificio e, comunque, non può superare il 65% della spesa complessiva sostenuta per l’installazione.

Le spese che possono essere detratte sono quelle per:

  • la fornitura e posa in opera di tutte le apparecchiature termiche, meccaniche, elettriche ed elettroniche;
  • le opere idrauliche e murarie necessarie per la realizzazione a regola d’arte di impianti solari termici organicamente collegati alle utenze, anche in integrazione con impianti di riscaldamento.

A queste vanno aggiunte anche le spese:

  • relative alle prestazioni professionali, incluse sia quelle necessarie per la realizzazione degli interventi agevolati, sia quelle sostenute per acquisire la certificazione energetica eventualmente richiesta per fruire del beneficio;
  • sostenute per le opere edilizie funzionali alla realizzazione dell’intervento.

Dichiarazione dei redditi 2019, quali impianti fotovoltaici usufruiscono della detrazione

Nella circolare dell’Agenzia delle Entrate vengono specificate anche le tipologie di impianti fotovoltaici che possono usufruire della detrazione. In particolare, le tipologie di impianti che possono accedere alle agevolazioni sono due.

  • pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici o industriali;
  • impianti fotovoltaici per la copertura del fabbisogno di acqua calda in piscine, strutture sportive, case di ricovero e cura nonché istituti scolastici e università.

Allo stesso tempo, però, gli impianti devono essere dotati di certificazione di qualità rilasciata da un laboratorio accreditato. Come specificato dall’Agenzia, sono equiparate alle UNI EN 12975 o UNI EN 12976 le norme EN 12975 e EN 12976 recepite da un organismo certificatore nazionale di un Paese membro dell’Unione europea o della Svizzera. Non sono invece ammessi gli impianti che hanno ricevuto certificazioni differenti da quelle previste dal Decreto Iegislativo 19 febbraio 2007.

Dichiarazione redditi 2019: come usufruire della detrazione per l&#821...