Contanti, stretta dall’Europa: come cambia in Italia il limite dei pagamenti

La Commissione Europea ha presentato un nuovo pacchetto di norme che potrebbe entrare in vigore nel 2024 che limita ulteriormente la circolazione di contanti nei Paesi membri

La Commissione Europea ha proposto un nuovo pacchetto di norme per rafforzare le politiche contro il riciclaggio di denaro (AML) e il finanziamento dei gruppi terroristici (CFT). Nelle misure sul tavolo c’è anche la creazione di un’Autorità europea anti riciclaggio che dovrà vigilare su transazioni e attività sospette, e risolvere i cavilli legali che permettono alle organizzazioni criminali di operare e aggirare i sistemi fiscali nazionali. Le nuove leggi sono state pensate all’interno del piano quinquennale Ue sulla sicurezza.

Il pacchetto, che potrebbe entrare in vigore nel 2024 dopo l’approvazione di Parlamento e Consiglio europei, prevede la creazione di un singolo sistema integrato di Antiriciclaggio attivo in tutti i Paesi membri che potrà monitorare i rischi collegati alla circolazione e all’uso illecito di denaro.

Inoltre supporterà i Garanti nazionali e agevolerà la cooperazione tra gli inquirenti per investigazioni che superano i confini degli stati, attraverso un database comune facilmente consultabile dalle istituzioni e dagli operatori.

Stretta dall’Europa, limite ai contanti oltre i 10 mila euro: cosa cambia in Italia

Tra le norme al vaglio della Commissione Europea c’è un nuovo limite ai pagamenti in contanti. La ratio della legge europea che potrebbe entrare in vigore è quella di fermare la circolazione di ingenti somme di denaro non tracciabili, che potrebbero agevolare la criminalità organizzata.

Se il nuovo pacchetto AML/CFT dovesse essere approvato ufficialmente, potranno essere fatti pagamenti in moneta per un massimo di 10 mila euro. Si tratta di una soglia molto più alta rispetto a quella prevista in Italia di 2 mila euro, che potrebbe essere modificata in accordo con la nuova decisione dell’Unione Europea, anche per agevolare gli acquisti di chi proviene dall’estero.

La Commissione ha sottolineato tuttavia che i Paesi dove sono in vigore limiti alla circolazione del denaro contante inferiori ai 10 mila euro non saranno costretti ad alzare la soglia. In Italia il limite attuale è stato introdotto principalmente per fermare l’evasione fiscale.

Stretta dall’Europa, nuove norme Antiriciclaggio anche per le criptovalute

Un’altra stretta arriva per le criptovalute, con la messa al bando degli assetti digitali e dei criptoportafogli anonimi, che vengono equiparati ai conti bancari tradizionali. Nel territorio Ue non è infatti possibile aprire conti correnti anonimi.

La riforma estenderebbe inoltre tutta la normativa già esistente AML/CFT alle criptovalute, per assicurare massima tracciabilità, ad esempio, di BitCoin ed Ethereum, imponendo rigidi regolamenti di trasparenza ai nuovi operatori del settore. Le nuove leggi forniranno inoltre un nuovo quadro normativo per agevolare l’introduzione dell’euro digitale.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Contanti, stretta dall’Europa: come cambia in Italia il limite d...