Tredicesime 2020 più leggere per colpa dell’emergenza Covid: di quanto sarà il calo

L'emergenza sanitaria comporterà una riduzione della mensilità aggiuntiva: i motivi della riduzione

L’Ufficio studi della Cgia di Mestre, l’Associazione artigiani e piccole imprese del comune veneto, ha calcolato che a livello nazionale la tredicesima di questo 2020, attesa dai primi giorni di dicembre, sarà decisamente meno ricca rispetto al passato. A pesare sulla busta paga è il Covid-19. I beneficiari saranno 16 milioni di pensionati e 18 milioni di lavoratori dipendenti, per un importo complessivo di 30 miliardi di euro. Rispetto al 2019, 3 miliardi in meno.

A livello regionale, il più alto numero di chi riceverà la tredicesima sarà registrato in Lombardia (6,2 milioni), quindi Lazio (3 milioni 287 mila), Veneto (2 milioni 956 mila), Emilia-Romagna (2 milioni 821 mila). In fondo alla classifica l’Umbria (532 mila), Basilicata (290 mila), Molise (160 mila) e Valle d’Aosta (77 mila).

Tredicesima 2020, perché sarà meno ricca

Gli autori dell’analisi hanno sottolineato che il Covid alleggerirà le tredicesime di tanti dipendenti del settore privato. Dall’inizio dell’emergenza sono stati oltre 6,6 milioni i lavoratori finiti in cassa integrazione, molti a zero ore. Circostanza che non permetterà a tanti di loro di maturare il rateo mensile, che definisce economicamente la tredicesima, alleggerita dunque di circa 100 euro per ogni mese di indennità ricevuta.

Una conseguenza dovrebbe vedersi negli acquisti di Natale, che secondo la Cgia di Mestre rischiano di subire una contrazione fino al 15%. L’anno scorso la spesa complessiva è quasi arrivata a 10 miliardi di euro, mentre nel 2020 potrebbe fermarsi a 8,5. Riduzione, questa, che rischia di penalizzare soprattutto i negozi di vicinato che non hanno una struttura e-commerce.

Tredicesima 2020, come verrà erogata ai pensionati

I primi a ricevere la tredicesima saranno i pensionati, già da martedì 1° dicembre. Ma da quest’anno, causa Covid, alcuni di loro l’hanno ottenuta in anticipo: per tutti coloro non riceveranno l’accredito sul conto corrente, la gratifica natalizia è stata corrisposta dallo scorso 25 novembre. Lo ha deciso l’Inps, insieme a Poste Italiane.

Tredicesima 2020, come la riceveranno i dipendenti privati e pubblici

Ai lavoratori dipendenti del settore privato il pagamento della tredicesima è stabilito dal contratto nazionale di lavoro: tradizionalmente viene comunque erogata dal titolare dell’impresa entro Natale. Ai dipendenti pubblici, invece, la mensilità aggiuntiva viene elaborata con il cedolino paga dell’ultimo mese dell’anno. Abitualmente entrambi i versamenti vengono corrisposti intorno al 20 di dicembre.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tredicesime 2020 più leggere per colpa dell’emergenza Covid: di...