Tutte le scadenze fiscali del 16 settembre 2020

Sono ben 257 le scadenze fiscali che gli italiani in questo settembre 2020 sono chiamati a rispettare. Ecco quelle del 16 settembre

Settembre mese di scadenze fiscali. Sono ben 257 i casi in cui gli italiani in questo settembre 2020 sono chiamati a versare tasse di varia natura.

Abbiamo riassunto qui le principali scadenze fissate al 16 settembre 2020 (qui trovate quelle del 21, 25 e 28 settembre e qui quelle del 30 settembre. Per l’elenco completo vi rimandiamo alla sezione dedicata sul sito dell’Agenzia delle entrate).

Versamenti IRPEF

  • p.IVA: versamento 4° rata dell’Acconto Irpef sui redditi soggetti a tassazione separata da indicare in dichiarazione e non soggetti a ritenuta alla fonte (Versamento 4° rata dell’acconto d’imposta in misura pari al 20% dei redditi sottoposti a tassazione separata da indicare in dichiarazione e non soggetti a ritenuta alla fonte, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,83%);
  • p.IVA: versamento 4° rata Irpef a titolo di primo acconto 2020 e saldo 2019 (Versamento 4° rata dell’Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2019 e di primo acconto per l’anno 2020, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,83%);
  • Adeguamento alle risultanze degli studi di settore: versamento 3° rata con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo (Versamento della 3° rata dell’Irpef relativa ai maggiori ricavi o compensi indicati nella dichiarazione dei redditi, maggiorando preventivamente l’intero importo da rateizzare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,51%);
  • Adeguamento alle risultanze degli studi di settore e/o agli “Indici Sintetici di Affidabilità Fiscale” (ISA): : versamento 3° rata (Versamento della 3° rata dell’Irpef relativa ai maggiori ricavi o compensi indicati nella dichiarazione dei redditi, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,63%);
  • p.IVA: versamento 3° rata dell’Acconto Irpef sui redditi soggetti a tassazione separata da indicare in dichiarazione e non soggetti a ritenuta alla fonte con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo (Versamento 3° rata dell’acconto d’imposta in misura pari al 20% dei redditi sottoposti a tassazione separata da indicare in dichiarazione e non soggetti a ritenuta alla fonte, maggiorando preventivamente l’intero importo da rateizzare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,51%);
  • p.IVA: versamento 3° rata Irpef a titolo di primo acconto 2020 e saldo 2019 con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo (Versamento 3° rata dell’Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2019 e di primo acconto per l’anno 2020, maggiorando preventivamente l’intero importo da rateizzare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,51%);
  • IRPEF: versamento primo acconto 2020 e saldo 2019 (Versamento della 3° rata dell’Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2019 e di primo acconto per l’anno 2020, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,63%);
  • IRPEF: versamento primo acconto 2020 e saldo 2019 (Versamento della 2° rata dell’Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2019 e di primo acconto per l’anno 2020, maggiorando le somme da versare dello 0,40 per cento a titolo di interesse corrispettivo, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,30%).

Versamenti addizionali

  • p.IVA: versamento 4° rata dell’Addizionale Regionale all’Irpef (Versamento 4° rata dell’addizionale regionale all’Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, dovuta per l’anno d’imposta 2019, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,83%);
  • p.IVA: versamento 4° rata dell’Addizionale Comunale all’IRPEF a titolo di primo acconto 2020 e saldo 2019 (Versamento 4° rata dell’addizionale comunale all’Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2019 e di primo acconto per l’anno 2020, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,83%);
  • Versamento 3° rata Addizionale Ires per i soggetti che operano nel campo della ricerca e della coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo (Versamento 3° rata dell’addizionale all’Ires pari al 4% dell’utile prima delle imposte risultante dal conto economico qualora dallo stesso risulti un’incidenza fiscale inferiore al 19%, dovuta a titolo di saldo per l’anno 2019 e di primo acconto per l’anno 2020, maggiorando preventivamente l’intero importo da rateizzare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,51%).

Altri versamenti

  • Versamento imposta sugli intrattenimenti (Versamento dell’imposta sugli intrattenimenti relativi alle attività svolte con carattere di continuità nel mese precedente);
  • Soggetti che corrispondono redditi di pensione: versamento quota canone Rai trattenuta ai pensionati (Versamento della rata relativa al canone Rai trattenuta ai pensionati);
  • Enti pubblici che corrispondono redditi di pensione con vincolo di tesoreria unica: versamento quota canone Rai trattenuta ai pensionati (Versamento della rata relativa al canone Rai trattenuta ai pensionati);
  • Tobin Tax: Versamento dell’imposta dovuta sui trasferimenti della proprietà di azioni e di altri strumenti finanziari partecipativi nonché di titoli rappresentativi dei predetti strumenti (Versamento dell’imposta sulle transazioni finanziarie (la cosiddetta Tobin Tax) dovuta sui trasferimenti della proprietà di azioni e di altri strumenti finanziari partecipativi nonché di titoli rappresentativi dei predetti strumenti effettuati nel mese precedente).

Cedolare secca

  • p.IVA: versamento 4° rata “cedolare secca” a titolo di saldo 2019 e primo acconto 2020 (Versamento della 4° rata dell’imposta sostitutiva operata nella forma della “cedolare secca”, a titolo di saldo per l’anno 2019 e di primo acconto per l’anno 2020, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,83%);
  • cedolare secca: versamento saldo 2019 e primo acconto 2020 (Versamento della 3° rata dell’imposta sostitutiva operata nella forma della “cedolare secca”, a titolo di saldo per l’anno 2019 e di primo acconto per l’anno 2020, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,63%);
  • p.IVA: versamento 3° rata “cedolare secca” a titolo di saldo 2019 e primo acconto 2020 con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo (Versamento della 3° rata dell’imposta sostitutiva operata nella forma della “cedolare secca”, a titolo di saldo per l’anno 2019 e di primo acconto per l’anno 2020, maggiorando preventivamente l’intero importo da rateizzare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,51%);
  • cedolare secca: versamento saldo 2019 e primo acconto 2020 (Versamento della 2° rata dell’imposta sostitutiva operata nella forma della “cedolare secca”, a titolo di saldo per l’anno 2019 e di primo acconto per l’anno 2020, maggiorando le somme da versare dello 0,40 per cento a titolo di interesse corrispettivo, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,30%.);

Ritenute

Sostituti d’imposta: versamento ritenute operate nel mese precedente (versamento ritenute alla fonte su indennità di cessazione del rapporto di agenzia corrisposte nel mese precedente).

Versamenti IVA

  • Liquidazione e versamento dell’Iva relativa al mese precedente (Liquidazione e versamento dell’Iva relativa al mese precedente);
  • Soggetti che hanno affidato a terzi la contabilità: Liquidazione e versamento dell’Iva relativa al secondo mese precedente (Liquidazione e versamento dell’Iva relativa al secondo mese precedente);
    Enti pubblici con vincolo di tesoreria unica: liquidazione e versamento Iva mese precedente (Liquidazione e versamento mensile IVA);
  • Split payment: versamento dell’IVA derivante da scissione dei pagamenti (Versamento dell’IVA dovuta dalle pubbliche amministrazioni non soggetti passivi IVA a seguito di “scissione dei pagamenti” ai sensi dell’articolo 17-ter del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633);
  • IVA: versamento del saldo 2019 (Versamento della 3°rata del saldo IVA relativo al 2019 risultante dalla dichiarazione IVA annuale, maggiorato dello 0,40% a titolo di interesse per mese o frazione di mese per il periodo 16/03/2020 – 20/07/2020, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,63%);
  • Soggetti Ires: versamento saldo IVA 2019 (Versamento della 3° rata del saldo IVA relativo al 2019 risultante dalla dichiarazione annuale, maggiorata dello 0,40% per mese o frazione di mese per il periodo 16/03/2020 – 20/07/2020, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,63%).

Versamenti IRES

  • Soggetti Ires: versamento 4° rata a titolo di saldo 2019 e primo acconto 2020 dell’Ires (Versamento 4° rata dell’Ires, a titolo di saldo per l’anno 2019 e di primo acconto per l’anno 2020, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,84%);
  • Soggetti Ires: versamento 3° rata a titolo di saldo 2019 e primo acconto 2020 dell’Ires con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo (Versamento 3° rata dell’Ires, a titolo di saldo per l’anno 2019 e di primo acconto per l’anno 2020, maggiorando preventivamente l’intero importo da rateizzare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,51%).

Versamenti IRAP

  • p.IVA: versamento 4° rata Irap a titolo di primo acconto 2020 e saldo 2019 (Versamento 4° rata delI’Irap risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2019 e di primo acconto per l’anno 2020, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,83%);
  • Adeguamento alle risultanze degli studi di settore: versamento 3° rata con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo (Versamento della 3° rata dell’Irap relativa ai maggiori ricavi o compensi indicati nella dichiarazione dei redditi, maggiorando preventivamente l’intero importo da rateizzare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,51%. Il versamento è effettuato esclusivamente dai soggetti individuati nell’articolo 24, comma 2, del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34);
  • Adeguamento alle risultanze degli studi di settore e/o agli “Indici Sintetici di Affidabilità Fiscale” (ISA): versamento 3° rata (Versamento della 3° rata dell’Irap relativa ai maggiori ricavi o compensi indicati nella dichiarazione dei redditi, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,63%).

Imposte sostitutive

  • Versamento dell’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali regionali e comunali sulle somme erogate ai dipendenti, nel mese precedente, in relazione a incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione (Versamento dell’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali regionali e comunali sulle somme erogate ai dipendenti, nel mese precedente, in relazione a incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione);
  • Regime forfetario agevolato: versamento imposta sostitutiva (Versamento della 3° rata dell’imposta sostitutiva dell’IRPEF e delle addizionali regionali e comunali e dell’IRAP dovuta in base alla dichiarazione dei redditi REDDITI Persone Fisiche 2020, a titolo di saldo per l’anno 2019 e di primo acconto per l’anno 2020, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,63%).

Comunicazioni

  • Comunicazione all’Agenzia delle Entrate dei dati di dettaglio relativi al canone TV addebitabile e accreditabile nelle fatture emesse dalle imprese elettriche – riferiti al mese precedente (Comunicazione all’Agenzia delle Entrate dei dati di dettaglio relativi al canone TV addebitabile e accreditabile nelle fatture emesse dalle imprese elettriche riferiti al mese precedente;
  • Comunicazione liquidazioni periodiche IVA effettuate nel secondo trimestre solare precedente (Comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA effettuate nel secondo trimestre solare del 2019 2020, da effettuare utilizzando il modello “Comunicazione liquidazioni periodiche IVA”).

Adempimenti contabili

  • Soggetti IVA: adempimenti contabili (Emissione e registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese solare precedente e risultanti da documento di trasporto o da altro documento idoneo ad identificare i soggetti tra i quali è effettuata l’operazione nonché le fatture riferite alle prestazioni di servizi individuabili attraverso idonea documentazione effettuate nel mese solare precedente);
  • ASD, Pro-loco e altre associazioni: adempimenti contabili (Dette associazioni devono annotare, anche con un’unica registrazione, l’ammontare dei corrispettivi e di qualsiasi provento conseguito nell’esercizio di attività commerciali, con riferimento al mese precedente);
  • Esercenti commercio al minuto non obbligati alla trasmissione telematica: adempimenti contabili (Registrazione, anche cumulativa, delle operazioni per le quali è rilasciato lo scontrino fiscale o la ricevuta fiscale, effettuate nel mese solare precedente).

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tutte le scadenze fiscali del 16 settembre 2020