Quali Regioni cambiano colore da domenica 29 novembre: l’elenco definitivo

L'indice di contagio Rt nazionale si abbassa a 1,08 e, anche se 10 Regioni restano ancora a rischio alto, 5 di loro cambiano colore

Colpo di scena. L‘indice di contagio Rt nazionale si abbassa a 1,08 e, anche se 10 Regioni restano ancora a rischio alto, dopo l’ultimo monitoraggio dell’Iss sulla situazione dei contagi Covid in Italia, 5 di loro cambiano colore.

Ad oggi, l’Italia era così suddivisa:

  • zona gialla: Lazio, Molise, Provincia autonoma di Trento, Sardegna, Veneto.
  • zona arancione: Basilicata, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Marche, Puglia, Sicilia, Umbria.
  • zona rossa: Abruzzo, Calabria, Campania, Lombardia, Piemonte, Provincia autonoma di Bolzano, Toscana, Valle d’Aosta.

Piemonte

La prima Regione a cambiare colore è stata ufficialmente il Piemonte, come già si sapeva da ieri.

Ad annunciarlo era stato già nel tardo pomeriggio del 26 novembre il governatore Alberto Cirio, che con grande soddisfazione aveva anticipato n diretta Facebook che la sua Regione ha superato la “prova” ed è stata promossa a zona arancione.

Lombardia

Diversa la situazione per la Lombardia, il cui destino è stato incerto fino all’ultimo. Dopo un braccio di ferro durato giorni tra il governatore della Lombardia Attilio Fontana e il ministro della Salute Roberto Speranza, ora è certo: la Lombardia cambia ufficialmente colore e come il Piemonte viene promossa a zona arancione.

Per giorni Fontana aveva cercato di convincere Speranza della necessità per i lombardi di abbandonare la zona rossa: almeno da dieci giorni, cioè da quando l’indice di contagio Rt della Lombardia aveva iniziato a scendere sotto il 2.

“La Regione è da due settimane pienamente nei parametri previsti per il passaggio in zona arancione. Non togliere le restrizioni – aveva detto ieri Fontana – significa non fotografare la realtà dei fatti e non considerare i grandi sacrifici dei lombardi”. Ed ecco che, a sorpresa, il Governo ha dato l’ok.

“Grazie ai sacrifici del lombardi, apprezzati i dati epidemiologici, ora siamo zona arancione e potremo riaprire gli esercizi commerciali. A breve la decisione de Governo”, praticamente confermata oggi nel tardo pomeriggio.

Calabria

A cambiare colore è anche la Calabria: anche la Regione del Sud lascia la zona rossa per l’arancione.

In zona rossa per ora dunque restano Abruzzo, Campania, Provincia autonoma di Bolzano, Toscana e Valle d’Aosta.

Liguria e Sicilia

Le altre due Regioni che cambiano colore sono Liguria e Sicilia, che da arancioni diventano gialle.

L’ufficializzazione del passaggio a zona arancione per Lombardia, Piemonte e Calabria e a zona gialla per Liguria e Sicilia arriverà domenica 29 novembre, quando il ministro della Salute Roberto Speranza firmerà una nuova ordinanza.

Rinnovate invece le misure per Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche e Toscana. Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, firmerà infatti una nuova ordinanza con cui proroga le misure restrittive vigenti relative a queste Regioni. L’ordinanza sarà valida fino al 3 dicembre 2020.

La nuova mappa dopo il 29 novembre

Dopo il 29 novembre, dunque, la nuova suddivisione sulla cartina sarà così:

  • zona gialla: Lazio, Liguria, Molise, Provincia autonoma di Trento, Sardegna, Sicilia, Veneto.
  • zona arancione: Basilicata, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria.
  • zona rossa: Abruzzo, Campania, Provincia autonoma di Bolzano, Toscana, Valle d’Aosta.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Quali Regioni cambiano colore da domenica 29 novembre: l’elenco ...