Scamacca verso il Psg: quanto guadagnerà in Francia

Gianluca Scamacca è a un passo dal Psg, svolta per carriera e conto in banca: sarà con Mbappé, Messi e Neymar, lo stipendio sarà milionario

È solo questione di ore prima dell’ufficialità, ma ormai Gianluca Scamacca è da considerarsi un nuovo giocatore del Paris Saint-Germain. L’attaccante classe 1999 ha infatti limato gli ultimi dettagli prima di firmare il nuovo contratto quadriennale con la squadra parigina nella quale ritroverà gli amici della Nazionale Marco Verratti e Gianluigi Donnarumma. Ma non solo, perché alla corte dei francesi avrà l’occasione di scendere allenarsi e scendere in campo con fuoriclasse come Neymar, Messi e Mbappé.

Scamacca al Psg, quanto guadagnerà

Il Paris Saint-Germain per Gianluca Scamacca è uno di quei treni che potrebbe non passare più, ecco perché l’attaccante del Sassuolo ha deciso di accogliere le avanches dei francesi per affrontare una nuova sfida a 23 anni. La punta avrà infatti l’occasione di giocare ogni anno per vincere la Ligue 1, competizione che i parigini si assicurano quasi ogni anno, ma soprattutto poter giocare in Champions League e lottare per conquistare la coppa più importante in Europa per club.

Dopo una stagione esaltante, condita da 36 presenze e 16 gol in Serie A, l’attaccante romano è pronto per il salto di qualità non solo sul campo, ma anche nel conto in banca. L’accordo col Paris Saint-Germain, infatti, porterà nelle tasche di Scamacca un bottino da oltre 14 milioni in quattro stagioni. Il classe 1999 firmerà un quadriennale sulla base di 3,5 milioni di euro di stipendio più eventuali bonus nel caso in cui venissero raggiunti obiettivi di squadra e individuali (qui vi abbiamo parlato del cambio societario per il Palermo che è entrato nell’universo del City Group).

Quanto incassa il Sassuolo

Oltre a portare a una vera e propria svolta nella carriera dell’attaccante, l’operazione soddisfa pienamente il Sassuolo, club detentrice del cartellino di Scamacca. Dopo aver giocato al rialzo con tanti club italiani, come Inter e Juventus, i neroverdi hanno trovato col Paris Saint-Germain le giuste condizioni per la cessione del classe 1999.

Nelle casse della squadra emiliana, infatti, arriveranno 40 milioni di euro più 10 di bonus, per un totale di 50 milioni a fronte dei 500mila sborsati nel gennaio 2017 per strappare Scamacca dalle giovanili del Psv per riportarlo in Italia. Una plusvalenza milionaria per i neroverdi, che ora potranno reinvestire parte del ricavato sul mercato per rinforzare la rosa in vista del prossimo campionato.

Scamacca smuove il mercato

L’arrivo di Scamacca, però, non fermerà le operazioni in casa Psg. La firma della punta, infatti, porterà la dirigenza dei parigini a dover mettere mano alla rosa, cercando di cedere giocatori che ormai non fanno più parte del progetto tecnico del club. Tra questi il nome più altisonante è quello di Mauro Icardi, ex attaccante dell’Inter (i nerazzurri hanno appena riabbracciato Lukaku, ne abbiamo parlato qui).

L’argentino, rappresentato dalla moglie Wanda Nara, ha giocato col contagocce nell’ultima stagione e l’addio al Psg è quasi scontato. Sulle sue tracce si è messo il Monza del duo Berlusconi-Galliani, neo promosso in Serie A. Sognare il colpo non è proibito e i parigini avrebbero già messo le cose in chiaro: Icardi può partire, ma solo a determinate condizioni.

I biancorossi vorrebbero trattare e giungere a un’operazione conveniente per le casse societarie, magari con un prestito con diritto di riscatto. Ma a pesare sarebbe soprattutto lo stipendio che “Maurito” percepisce in Francia. Infatti 10 milioni sono troppi per i brianzoli, che potrebbero essere costretti ad abbandonare il sogno di arrivare all’argentino a meno che il Psg non sia d’accordo a smezzare il pagamento dell’ingaggio col nuovo club che metterà le mani su Icardi (qui vi abbiamo parlato delle squadre che hanno speso di più sul mercato).