Inps, raffica di avvisi bonari in arrivo per artigiani e commercianti

Sono in arrivo gli avvisi bonari da parte dell'Inps per tutti gli autonomi che non hanno versato i contributi nei termini previsti

Sono in arrivo gli avvisi bonari da parte dell’Inps per tutti gli autonomi che, iscritti alla relativa gestione previdenziale, non hanno versato i contributi nei termini previsti. La novità per i lavoratori autonomi è contenuta nel messaggio INPS n. 207 del 21 gennaio 2020.

Non si tratta di cartelle esattoriali, ma di una “semplice” sollecitazione ad adempiere. Nella prassi dell’Inps, l’avviso bonario è di solito collegato al mancato pagamento di un debito e costituisce l’atto con cui l’Istituto, prima di avviare la formale procedura del recupero crediti, ricorda la scadenza del pagamento predetto. Qualora il contribuente non si faccia sentire o non provveda al pagamento nei termini, l’Inps emetterà successivamente l’avviso di addebito contenente anche le sanzioni e che costituisce a tutti gli effetti titolo esecutivo per avviare il recupero dei crediti.

Avviso bonario, cos’è

L’Inps effettua ogni tre mesi un controllo formale dei contributi dovuti dagli artigiani ed esercenti attività commerciali. Se rileva una incongruenza, ossia non sono stati versati i contributi, comunica al contribuente l’errore e avvia così la procedura per il recupero delle imposte non versate. Con l’avviso bonario viene chiesto al contribuente di rispondere alle richieste dell’Agenzia delle Entrate entro un dato termine. Se le richieste e le scadenze vengono rispettate, il contribuente beneficerà di uno sconto sulla sanzione dovuta per l’irregolarità rilevata.
L’avviso bonario è un atto preliminare che precede la riscossione coattiva, ossia la cartella esattoriale dell’Agenzia delle Entrate.

Avvisi bonari, come fare per mettersi in regola

La soluzione più semplice è accedere direttamente sul sito dell’Inps ed entrare nel “Cassetto previdenziale per artigiani e commercianti”. Qui è possibile verificare l’eventuale posizione debitoria, che comprende gli importi da corrispondere, le rate omesse e le modalità di pagamento.

Contestualmente all’avviso bonario viene inviata una email di alert ai titolari della posizione contributiva e ai loro intermediari che abbiano fornito, tramite il Cassetto, il proprio indirizzo di posta elettronica.

A quel punto si avranno 30 giorni di tempo per regolarizzare la posizione evitando di incorrere in sanzioni e fastidiose azioni di recupero.
Qualora l’iscritto avesse già effettuato il pagamento, potrà comunicarlo utilizzando l’apposito servizio presente al seguente indirizzo: “Cassetto Previdenziale per Artigiani e Commercianti” > “Sezione Comunicazione bidirezionale” > “Comunicazioni” > “Invio quietanza di versamento”.
In caso di mancato pagamento, l’importo dovuto verrà richiesto tramite avviso di addebito con valore di titolo esecutivo.

 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Inps, raffica di avvisi bonari in arrivo per artigiani e commercianti