Bonus bebé 2020, domande al via: come funziona

L'INPS ha finalmente reso disponibile la piattaforma per presentare domanda dell'assegno di natalità

Dopo una lunga attesa, l’INPS ha finalmente aggiornato il suo portale web aggiungendo anche la sezione dedicata alle presentazione delle domande per l’assegno di natalità. Da adesso, dunque, chi ne ha diritto potrà inserire la domanda per ottenere il Bonus bebè 2020 seguendo una procedura piuttosto semplice.

Ad annunciare il rilascio della nuova sezione è stato lo stesso Istituto di Previdenza che, con il messaggio 1099 dell’11 marzo 2020, specifica quali sono le modalità per richiedere il Bonus bebè 2020, chi può presentare la domanda e quali sono le tempistiche da rispettare. In caso si facesse passare troppo tempo, infatti, si corre il serio rischio di non vedersi erogare l’assegno di natalità 2020 anche se fosse nostro diritto riceverlo. Ecco come presentare domanda per l’assegno di natalità secondo le modalità indicate dall’INPS.

Chi può presentare domanda per il Bonus bebè

L’assegno di natalità può essere richiesto per figli nati, adottati o in affidamento preadottivo nel 2019 e nel 2020. In caso di “lieto evento” occorso nel 2019, i genitori dovranno avere un ISEE minorenni in corso di validità inferiore ai 25 mila euro; per chi è diventato genitore nel 2020, invece, la domanda può essere presentata anche senza ISEE minorenni in corso di validità. I

n questo caso, però, verrà erogato un assegno di natalità di 80 euro mensili (ossia, il minimo previsto dalla legge). Se la certificazione dell’indicatore di situazione economica verrà presentata in un secondo momento, la prestazione erogata verrà integrata nella misura dovuta per la fascia ISEE di riferimento. In caso di figlio successivo al primo, l’importo del Bonus bebè 2020 verrà maggiorato del 20%.

Come presentare domanda per il bonus bebè

Per presentare domanda per l’assegno di natalità si hanno tre possibilità:

  • In autonomia, attraverso il portale web INPS;
  • Chiamando il numero 803 164 da telefono fisso (06 164 164 da telefonino)
  • Recandosi presso un patronato

Se si sceglie di seguire la prima strada, si dovrà accedere al sito web dell’INPS, cercare “Assegno di natalità” attraverso il motore di ricerca interno e selezionare la scheda prestazione “Assegno di natalità (bonus bebè)”. Una volta all’interno della scheda cliccare sul pulsante “Accedi al servizio” e scegliere una delle quattro opzioni:

Una volta all’interno verrà richiesto di inserire tutti i dati necessari. Tenete a portata di mano la vostra dichiarazione ISEE, se disponibile, oppure prenotate un appuntamento presso il patronato per richiederne una.

Scadenze domanda bonus bebè

Come previsto dalla legge, per presentare la domanda dell’assegno di natalità si hanno 90 giorni a partire dalla data di nascita del bambino (o di adozione o di affidamento).

Nel caso in cui il “lieto evento” si avvenuto prima della messa online della piattaforma, i 90 giorni partono proprio dall’11 marzo. Ciò vuol dire che i genitori dei nati in questo primo scorcio di 2020 avranno tempo fino al 9 giugno per inoltrare la richiesta.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bonus bebé 2020, domande al via: come funziona