Bonus asilo: novità e importi 2020

Nel 2020 cambiano le regole e gli importi per richiedere il bonus asilo, il cui importo massimo è stato raddoppiato rispetto all'anno precedente

Associazione Giovani Consulenti del Lavoro di Pavia

Associazione Giovani Consulenti del Lavoro di Pavia Consulenti del lavoro

Nel pacchetto famiglia della Legge di Bilancio 2020, al fine di cercare di garantire la fruizione degli asili nido gratis da parte delle famiglie, è stato previsto un rafforzamento del bonus asili nido il cui importo massimo è stato raddoppiato rispetto all’anno precedente. Vediamo in cosa consiste.

Dal primo gennaio 2016 è stato introdotto nel nostro ordinamento un contributo pagato dall’INPS a favore delle famiglie che sostengono il pagamento di rette per la frequenza di asili nido sia pubblici che privati o per l’introduzione di forme di assistenza domiciliare in favore di bambini con meno di 3 anni ed affetti da gravi patologie croniche.

Questo contributo viene erogato dall’INPS al genitore che ne sostiene la spesa e che ne fa richiesta. Coloro che possono farne richiesta sono i cittadini italiani, cittadini comunitari, extracomunitari in possesso di un permesso di soggiorno di lungo periodo o di una delle carte di soggiorno per familiari extracomunitari e cittadini stranieri con status di rifugiato o in protezione sussidiaria, ma comunque residenti in Italia.
La domanda dovrà essere, come sempre, presentata online sul sito INPS attraverso il servizio dedicato ed indicando innanzitutto l’evento per il quale si richiede il beneficio (rette degli asili nido o forme di supporto presso la propria abitazione). Attenzione per quanto riguarda gli asili nido privati, si intendono ammessi al beneficio quelle strutture che abbiano ottenuto l’autorizzazione all’apertura e al funzionamento da parte dell’ente locale competente a seguito di verifica di tutti i requisiti tecnico-strutturali, igienico-sanitari e pedagogici previsti dalle normative vigente. Rimangono esclusi servizi quali ludoteche, spazio gioch,i baby parking.

A seguito dell’accoglimento della richiesta da parte dell’INPS avverrà il pagamento con cadenza mensile parametrando l’importo totale su 11 mensilità secondo le modalità di pagamento indicate dal richiedente nella domanda. Si tenga presente che il bonus NON è cumulabile con detrazioni fiscali per la frequenza degli asili nido.

Fin qui tutto uguale rispetto agli anni precedenti….quali sono le novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2020?

  • universalità della prestazione a tutte le famiglie e senza limiti di reddito;
  • aumento degli importi massimi;
  • riproporzionamento del contributo spettante in base al modello Isee.

Pertanto, a partire dal 1 gennaio 2020 il bonus nido verrà erogato dall’INPS nei seguenti importi massimi :

  • per nuclei con ISEE di valore inferiore ai 25.000 € spetta un contributo massimo pari ad € 3.000 suddiviso in 11 rate da 272 l’una
  • per nuclei con ISEE di valore compreso tra i 25.001 e i 40.000 € spetta un contributo di € 2.500 suddiviso in 11 rate da 227 l’una
  • per nucleo con ISEE superiore ai 40.000 € spetta un contributo pari ad € 1.500 suddiviso in 11 rate da 136 l’una

Ad oggi la procedura telematica per la richiesta del contributo per l’anno 2020 non è ancora attiva, restiamo in attesa della circolare con le nuove istruzioni.

A cura di Pamela Damaschi
Consulente del Lavoro 

Associazione Giovani Consulenti del Lavoro Pavia

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bonus asilo: novità e importi 2020