Quanto guadagnano medici e infermieri italiani?

Secondo gli ultimi dati Ocse, gli stipendi di medici ospedalieri e infermieri di casa nostra sono tra i più bassi d'Europa. Le cifre

Quanto guadagnano medici ospedalieri e infermieri in Italia e in Europa? I dati Ocse mostrano una situazione disomogenea tra i vari Stati.

Quelle del medico e dell’infermiere sono professioni estremamente delicate, hanno a che fare con la salute e il benessere delle persone. Orari spesso impossibili, reperibilità, sfide continue. Il percorso di studi per accedere alla professione è tra i più lunghi e difficili: senza contare i corsi di aggiornamento professionale per rimanere al passo con i progressi della medicina. Un lavoro appagante, certo, ma che comporta oneri e responsabilità elevati, non sempre sostenibili.

Viene da porsi allora una domanda: quanto guadagnano? Gli stipendi di medici e infermieri che lavorano in Italia sono tra i più bassi d’Europa. Lo dicono i dati Ocse.

Partiamo dai medici: in Italia percepiscono un salario medio pari a 71.715 euro lordi annui. In Francia, lo stipendio si aggira intorno agli 80mila. Ancora meglio in Germania (133mila euro l’anno) e in Irlanda (quasi 160mila euro). Cifre da capogiro in Lussemburgo dove la media è quasi 259mila euro. Più o meno in linea con noi c’è la Spagna, dove i medici ospedalieri guadagnano 64.890 euro lordi l’anno.

Stessa cosa vale per gli infermieri: i dati Ocse, rilevano come, anche in questo caso, gli stipendi italiani siano tra i più bassi d’Europa. In Italia un infermiere guadagna mediamente 30.631 euro lordi annui. Seguono Francia (34.204 euro) e Spagna (35.489 euro). Al quarto posto c’è la Germania, dove lo stipendio annuo è di poco superiore ai 41mila euro, al quinto l’Irlanda con poco più di 50mila euro. La palma va agli infermieri dei Paesi Bassi (53.297 euro) e del Lussemburgo (83.274 euro).

Quanto guadagnano medici e infermieri italiani?