Pompieri: quanto guadagna un vigile del fuoco

Forti e coraggiosi, i pompieri mettono in pericolo la loro vita sul lavoro: quanto guadagnano?

Forti e invincibili: nell’immaginario collettivo i vigili del fuoco sono circondati da un’aura magica e fiabesca.

Sono gli eroi di tutti i giorni che in silenzio si adoperano per salvare la vita agli altri o che intervengono con tempestività in caso di incendi e calamità naturali. Non temono fuoco, acqua, terremoti e intemperie: abito nero e caschetto giallo, i pompieri sono pronti a mettere in pericolo la loro vita per salvaguardare quella del prossimo.

I vigili del fuoco possono lavorare in diverse aree sul territorio, ad esempio presso un aeroporto o un porto, ma possono essere chiamati anche in caso di spettacoli teatrali, concerti, sagre, manifestazioni sportive, dunque gli orari di lavoro possono essere diurni, come anche serali o notturni.

Fare il vigile del fuoco è un impiego che comporta non pochi rischi sul lavoro e che, si potrebbe pensare, dovrebbe essere ben retribuito.

Ma quanto guadagna un vigile del fuoco? Chi arriva al massimo grado di carriera può arrivare a guadagnare circa 30.000 € annui, mentre se si ricoprono gradi inferiori lo stipendio medio ruota intorno ai 1.200-1.300 €. Un guadagno mensile non molto alto e simile a quello di un professore che insegna alle scuole superiori. Per quanto riguarda le ore di lavoro, sono previste 36 ore alla settimana proprio come gli altri corpi di difesa dello Stato.

Considerando che il lavoro del vigile del fuoco è sicuramente tra i più usuranti, è necessario che chi intraprende questo impiego risponda a determinati requisiti fisici e psico-attitudinali. Dal punto di vista fisico ad esempio è importante che la vista non sia inferiore a 6/10 nell’occhio e non è possibile portare correzioni come occhiali o lenti a contatto. Anche gli altri sensi devono funzionare correttamente ed è essenziale possedere un’ottima capacità respiratoria. L’altezza invece deve superare il metro e sessantadue centimetri e la massa corporea deve avere un indice compreso tra 18 e 30 per le donne e tra 20 e 30 per gli uomini.

Dal punto di vista psico-attitudinale l’aspirante vigile del fuoco deve avere un umore stabile e una grande capacità di autocontrollo per gestire situazioni di stress e di estrema emergenza.

Pompieri: quanto guadagna un vigile del fuoco