Incentivi auto 2021, nuova rottamazione in arrivo: come funziona

Bonus e incentivi in Manovra: gli emendamenti alla Legge di Bilancio 2021

Incentivi auto e bonus in arrivo con la Manovra 2021. Dopo gli emendamenti alla nuova Legge di Bilancio, l’accordo raggiunto tra maggioranza e opposizione è in attesa di essere approvato dalle Commissioni Bilancio e Camera ma, salvo sorprese e novità dell’ultimo minuto, sembrerebbe confermare l’intenzione del Governo di riconoscere una nuova rottamazione fino al prossimo 30 giugno.

Bonus ed extrabonus, chi può usufruirne

Con la Manovra 2021 il Governo ha intenzione di destinare 370 milioni di euro al settore auto che, tra l’altro, è stato uno di quelli più colpiti e danneggiati dall’emergenza Covid. Nello specifico, gli incentivi saranno così suddivisi:

  • per le auto della fascia 0-60 g/km di CO2 (elettriche e ibride a basse emissioni, prevalentemente plug-in), un extrabonus di 2.000 euro in presenza di rottamazione di un’auto ante Euro 6 immatricolata prima dell’1 gennaio 2011, più un contributo di pari misura del venditore che si va ad aggiungere a quello già riconosciuto dal vecchio Ecobonus;
  • per le auto nella fascia 61-135 g/km, un contributo è previsto ma solo in presenza di rottamazione, pari a 1.500 euro (riconosciuti dallo Stato) più 2.000 euro (da parte della concessionaria).

Va aggiunto infine che, in assenza di rottamazione, i contributi – sia dello Stato che della concessionaria – si dimezzano a 1.000 euro.

Nuova rottamazione auto, fondi stanziati e scadenza incentivi

Alla nuova rottamazione la Legge di Bilancio destinerà ben 370 milioni di euro suddivisi tra extrabonus e incentivi che verranno riconosciuti a partire dal 2021. Inoltre, è stata anche fissata una scadenza relativa alla durata massima della misura: i contribuenti interessati ad accedere ai nuovi bonus riconosciuti dalla Manovra avranno tempo fino al 30 giugno.

Va ricordato, comunque, che le agevolazioni per la nuova rottamazione auto e vetture si configurano come una misura attiva e valida fino ad esaurimento fondi. Qualora le risorse stanziate dal Governo non dovessero bastare, infatti, le agevolazioni decadrebbero di conseguenza (salvo nuovo stanziamento di soldi pubblici).

Il testo del ddl dovrebbe arrivare in Aula, secondo le attività in calendario, lunedì 21 dicembre 2020. Dopo l’approvazione il provvedimento passerà al Senato in attesa dell’ultimo sì. Per far sì che la legge entri in vigore il 1° gennaio, come annunciato dagli organi di Governo, l’iter dovrà concludersi necessariamente entro la fine dell’anno.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Incentivi auto 2021, nuova rottamazione in arrivo: come funziona