Fatturazione ogni 28 giorni: attenti alle clausole nascoste nei servizi

Allarme clausole: i contratti possono nascondere sgradite sorprese, anche in tema di fatturazione a 28 giorni

Le clausole nascoste nei servizi rischiano di regalare brutte sorprese agli utenti. Per questo motivo, bisogna fare attenzione a ciò che si sottoscrive. La materia della fatturazione ogni 28 giorni non fa eccezione.

Nei giorni scorsi, ad esempio, Fastweb ha presentato Wow Space, un servizio cloud di particolare utilità che consente agli utenti di poter caricare fotografie, video, documenti e altri files. Se attivato entro il 31 gennaio 2019, il servizio è offerto gratuitamente a tempo indeterminato. In caso di attivazione successiva a quella data, invece, Fastweb ha previsto un costo di 9,95 euro all’anno per il servizio Wow Space.

Le condizioni generali di contratto di Wow Space, con particolare riferimento all’articolo 8, presentano un dettaglio molto importante: gli utenti Fastweb che attiveranno tale servizio cloud, infatti, rinunceranno volontariamente ai rimborsi previsti dalla delibera AGCOM 269/18/Cons in merito alla fatturazione ogni 28 giorni.

Ma cosa prevede questa delibera? Che gli operatori restituiscano in una o più fatture i giorni erosi illegittimamente nel periodo in cui la fatturazione ogni 28 giorni non era permessa. In virtù di tale rimborso i tempi di rinnovo di una o più mensilità dovrebbero allungarsi. Fastweb, però, ha deciso di utilizzare un sistema alternativo come misura di compensazione per i suoi clienti.

Nello specifico, l’azienda propone l’accesso gratuito al suo Wow Space, al posto del più classico rimborso in bolletta. Attivando un proprio account sul servizio cloud, infatti, i clienti di Fastweb decidono in questo modo di rinunciare volontariamente al rimborso previsto dalla delibera dell’AGCOM sulla fatturazione ogni 28 giorni.

Nelle condizioni generali di contratto del servizio cloud Wow Space proposto da Fastweb, si legge a tal proposito: «I corrispettivi previsti da FASTWEB per il Servizio Cloud sono indicati nella relativa offerta commerciale disponibile sul sito FASTWEB. Il Servizio “WOW Space” erogato secondo le presenti Condizioni di Utilizzo rappresenta, inoltre, misura di compensazione alternativa ai sensi della delibera AGCom 269/18/Cons. Il Cliente riconosce e accetta che l’adesione alle presenti Condizioni di Utilizzo implica accettazione della misura di compensazione alternativa proposta ai sensi della delibera sopra citata del. 269/18/Cons ed è satisfattiva di qualunque diritto al ristoro connesso alla fatturazione ed al rinnovo quadrisettimanale delle offerte».

Fatturazione ogni 28 giorni: attenti alle clausole nascoste nei s...