Perché l’Ambrogino d’oro 2020 è andato a Chiara Ferragni e Fedez

Il 7 dicembre a Milano è la festa del patrono Sant'Ambrogio. Ed è anche il giorno in cui vengono assegnati gli Ambrogini d'oro, prestigiose onorificenze conferite dal Comune di Milano

Il 7 dicembre a Milano è la festa del patrono Sant’Ambrogio. Ed è anche il giorno in cui vengono assegnati gli Ambrogini d’oro, prestigiose onorificenze conferite dal Comune di Milano a persone che in qualche modo si sono contraddistinte nel corso dell’anno che si sta per concludere, o che meritano di essere ricordate in modo particolare.

Ogni anno vengono assegnati fino a un massimo di 15 medaglie d’oro e 20 attestati di benemerenza civica. Nell’anno della pandemia le medaglie sono state vinte da chi ha combattuto in prima linea contro il Coronavirus e da chi ha contribuito in ogni modo a contenere l’emergenza sanitaria.

Ambrogino d’oro ai Ferragnez

Quest’anno ad essere premiata con l’importantissima onorificenza milanese è anche la super coppia di influencer Chiara Ferragni-Fedez.

I due, che hanno ricevuto il premio dalle mani del sindaco di Milano Beppe Sala, sono stati premiati per il loro impegno nella raccolta fondi durante l’emergenza Covid che ha permesso di realizzare in tempi record una nuova terapia intensiva all’ospedale San Raffaele di Milano.

“Durante la prima fase dell’emergenza sanitaria, hanno messo la notorietà al servizio della lotta al Covid-19 per provare a lenire le ferite della loro città”, si legge nelle motivazioni del premio. “Con un racconto ironico sulla vita da famiglia milanese in quarantena, hanno sensibilizzato sull’importanza di osservare le regole per contenere il contagio. Con altruismo unito a senso pratico, hanno lanciato una raccolta fondi per l’ampliamento in tempi record del reparto di terapia intensiva dell’Ospedale San Raffaele. A questo risultato straordinario si aggiunge l’impegno come volontari dell’iniziativa ‘Milano Aiuta’. Preparando la spesa e pedalando per la città per consegnare cibo alle famiglie in difficoltà, hanno mostrato quanto sia importante, anche con gesti semplici, porgere la mano ai più fragili nel segno di un autentico spirito ambrosiano”.

La Grande Medaglia d’Oro alla memoria è stata invece consegnata agli operatori sanitari vittime del Covid che hanno svolto il loro dovere con dedizione a costo della vita.

Oltre alla raccolta fondi per il Covid Hospital del San Raffaele, Fedez a metà novembre ha anche lanciato Scena Unita, iniziativa per aiutare i lavoratori dello spettacolo duramente colpiti dalla crisi economica post emergenza: in poco tempo ha raccolto 2 milioni di euro (qui trovate tutte le info utili).

Ambrogino d’oro 2020, medaglia d’oro alla memoria

  • Operatori sanitari morti sul lavoro per Covid (Grande Medaglia d’Oro)
  • Beppe Allegri e Mario Rosmini (tassisti milanesi morti a causa del Covid)
  • Cristina Cattafesta (fondatrice della Casa delle Donne Maltrattate, fatta prigioniera nel 2018 in Turchia)
  • Raffaele Masto (cronista e inviato di Radio Popolare).

Ambrogino d’oro 2020, medaglia d’oro

  • Suor Anna Monia Alfieri (presidente Istituto delle Marcelline)
  • Ambrogio Beccaria (primo italiano a vincere la Transatlantica)
  • Cosima Buccoliero (presidente del carcere minorile Beccaria e del carcere di Bollate)
  • Loredana Bulgarelli (deportata ad Auschwitz)
  • Fabio Concato (nome d’arte di Fabio Pittalunga, cantante)
  • Elisabetta Dejana (ricercatrice oncologica)
  • Ernesto Emanuele (presidente di Famiglie Separate Cristiane)
  • Sergio Escobar (ex direttore del Piccolo Teatro di Milano)
  • Chiara Ferragni e Federico Leonardo Lucia (influencer e rapper, in arte Fedez)
  • Susanna Mantovani (docente di Pedagogia alla Bicocca e membro della commissione di Fondazione Cariplo)
  • Vincenzo Maria Mazzaferro (chirurgo oncologico presso l’Istituto dei Tumori)
  • Gabriella e Gigi Pedroli (fondatori del Centro dell’Incisione presso il Naviglio Grande)
  • Antonietta Romano Bramo (partigiana)
  • Claudio Trotta (produttore artistico)
  • Giorgio Vittadini (presidente Fondazione per la Solidarietà e ex capo della Compagnia delle Opere)
  • Attestati di benemerenza
  • Associazione Agiamo
  • Associazione FIMAA – Milano, Lodi, Monza Brianza
  • Associazione Francesco Realmonte Onlus
  • Associazione CAF Onlus
  • Daniela Bertazzoni (Presidente di IN-Vita Onlus)
  • Centro Ippico Lombardo
  • Distretto Rotary 2041
  • Isabel Fernandez (Direttrice del Centro di Psicotraumatologia di Milano)
  • Fondazione ISMU
  • Susy Liuzzi Giani (educatrice)
  • Mamme a Scuola Onlus
  • Milano Aiuta
  • Ordine dei Tecnici TSRM e PSTRP – Milano, Lecco, Lodi, Como, Monza Brianza e Sondrio
  • Progetto DAMA Ospedale San Paolo
  • Giuseppe Selvaggi (giornalista e poeta)
  • III Reparto Mobile – Polizia di Stato
  • Tasmissione radiofonica 37e2
  • Urbanlife
  • Gino Vezzini (Presidente degli Amici del Loggione del Teatro alla Scala)
  • Brunello Vigezzi (storico).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Perché l’Ambrogino d’oro 2020 è andato a Chiara Ferragni...