Quanto guadagna un ciclista pro? Ecco La Top 20 (non ufficiale) degli stipendi

Non solo i calciatori guadagnano cifre da capogiro: ecco la Top 20 con dati non ufficiali degli stipendi nel ciclismo

Quando si parla di sport e si pensa a stipendi da sogno, automaticamente si guarda al calcio e agli sport più “seguiti”. C’è però uno sport dove i professionisti ricevono cifre di tutto rispetto, degne dei calciatori.

Non è possibile certamente paragonare il ciclismo al calcio, considerando soprattutto visibilità e quantità di soldi ricevuti e creati, ma i ciclisti professionisti e primi nelle classifiche non possono certo lamentarsi. I grandi del pedale infatti guadagnano cifre degne dei calciatori più famosi. Fino all’anno scorso, il più pagato era lo spagnolo Alberto Contador, detto “El Pistolero” grazie ai contratti milionari, ottenuti durante i periodi trascorsi alla Tinkoff-Saxo e alla Trek-Segafredo.

Tuttavia, nel 2018 la classifica si è aggiornata: Contador infatti si è ritirato. Guardando alla Top 20 creata in base a dati non ufficiali, al ventesimo posto c’è il ciclista belga Greg Van Avermaet, che corre per il BMC Racing Team, con uno stipendio di 1,2 milioni di euro. Al posto 19 e 18 ci sono rispettivamente il polacco del team Sky Michal Kwiatkowski e il francese Thibau Pinot, che corre per la squadra Groupama-FDJ, con 1,3 milioni di euro. Ad un gradino più alto, si trova l’australiano Michael Matthews, già campione del mondo under-23 nel 2010: guadagna 1,4 milioni di euro.

Con 1,5 milioni guadagnati in un anno, troviamo al numero 16 e 15 rispettivamente il francese Romain Bardet, per due volte sul podio del tour de France, e l’irlandese Daniel Martin. Al quattordicesimo e tredicesimo posto si piazzano l’australiano Richie Porte, che ha dovuto recentemente rinunciare al Mondiale per problemi di salute, e il tedesco Tony Martin con uno stipendio calcolato di circa 1,6 milioni di euro. Gli ultimi due posti prima di entrare nella Top 10, sono occupati dall’olandese b e dal belga Philippe Gilbert, da poco vincitore del GP d’Isbergues: il loro stipendio si aggira intorno a 1,7 milioni di euro.

Si entra quindi nella Top 10 con il norvegese Alexander Kristoff e lo spagnolo Alejandro Valverde che si aggiudicano una cifra di 1,8 milioni di euro. Il britannico Mark Cavendish invece si piazza all’ottavo posto con 2 milioni di euro guadagnati, preceduto dal tedesco Marcel Kittel con 2,3 milioni di euro. Si parla invece di quasi 2,5 milioni di euro per il colombiano Nairo Quintana, che si fa sorpassare al quinto posto dal britannico Geraint Thomas, con uno stipendio di 3 milioni di euro.

E’ con il quarto posto che si entra in territorio italiano, grazie al sardo Fabio Aru, che ha dovuto rinunciare al Mondiale e che si aggiudica 3,2 milioni di euro. Anche la Top 3 parte con un italiano al terzo posto del podio: Vincenzo Nibali ha infatti siglato un contratto da 4 milioni di euro l’anno con il tema Bahrain Merida. Al secondo posto troviamo il britannico Chris Froome con 5,5 milioni di euro annuali, battuto però dal campione del mondo Peter Sagan, che al primo posto guadagna 6 milioni di euro all’anno.

Quanto guadagna un ciclista pro? Ecco La Top 20 (non ufficiale) degli&...