Bonus famiglia, non solo congedi parentali: tutti gli aiuti del dl Sostegno

Gli aiuti alle famiglie in arrivo con il dl Sostegno di Draghi: dai bonus ai congedi

Nuovi aiuti alle famiglie in arrivo con il dl Sostegno, il nuovo decreto legge a cui sta lavorando il Governo Draghi (in sostituzione al Ristori 5) per far fronte alla crisi scatenata dall’emergenza Covid in Italia: dai bonus a chi ha più bisogno alla reintroduzione dei congedi parentali straordinari. Vediamo le misure al vaglio.

Bonus famiglia: tutti gli aiuti in arrivo con il dl Sostegno

Tra gli aiuti che il Governo Draghi è disposto a riconoscere con il dl Sostegno vi sono anche diverse agevolazioni destinate alle famiglie, specie quelle più in difficoltà. Tra questi, per esempio, rientra il bonus baby sitter. Al beneficio dovrebbero poter accedere i lavoratori con figli di età minore ai 14 anni (o forse under 16) e la durata dello stesso dovrebbe essere legata sia ai periodi di quarantena obbligatoria che alla didattica a distanza.

Il bonus baby-sitting era stato introdotto per la prima volta dal decreto Cura Italia, per poi essere ampliato e rimodulato dal cd. decreto Rilancio. I destinatari di questa misura sono i dipendenti privati, gli iscritti alla Gestione Separata, i lavoratori autonomi. Il contributo viene riconosciuto, inoltre, ai dipendenti del settore sanitario, pubblico e privato accreditato, e al personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico impiegato per le esigenze connesse all’emergenza epidemiologica da Covid 19.

Non è chiaro però se i requisiti e gli importi riconosciuti saranno gli stessi, per questo bisognerà probabilmente attendere il testo definitivo del decreto legge.

I nuovi concedi familiari straordinari del dl Sostegno

Per andare incontro alle famiglie più colpite dall’emergenza Covid, inoltre, il Governo ha fatto già sapere di aver intenzione a procedere con la reintroduzione dei congedi familiari straordinari.

Previsti dal decreto-legge n. 111 dell’8 settembre 2020, in favore dei genitori lavoratori dipendenti del settore pubblico e privato, si tratta di congedi Covid riconosciuti per quarantena scolastica dei figli, periodo durante il quale viene riconosciuto un indennizzo da utilizzare per astenersi dal lavoro, in tutto o in parte, se il figlio convivente e minore di 14 anni deve rimanere in isolamento a casa a seguito di disposizione dalla ASL competente e al verificarsi di casi di positivi al virus all’interno del plesso scolastico.

Con il dl Sostegno si prevede di assegnare almeno 200 milioni di euro per i nuovi congedi parentali straordinari, che verranno riconosciuti questa volta alle famiglie i cui figli siano ancora costretti a rinunciare alla scuola in presenza non solo per quarantena obbligatoria e/o cautelare. Ad oggi, infatti, in molte regioni è stata riattivata la dad conseguente al passaggio in zona rossa, pertanto l’Esecutivo punta ad andare incontro anche a questi nuclei familiari reintroducendo i congedi indennizzati al 50% scaduti a dicembre 2020.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bonus famiglia, non solo congedi parentali: tutti gli aiuti del dl Sos...