Quanto guadagna un carabiniere

Gli stipendi dei carabinieri italiani, più bassi rispetto ai colleghi d'Europa, suddivisi a seconda del grado

Il rinnovo di contratto, relativo al triennio 2016-2018, ha portato un incremento negli stipendi di Polizia e Carabinieri, così come per il resto delle Forze Armate. Una maggior retribuzione dunque, pur restando ben al di sotto degli standard europei.

Un ampio distacco non colmato neanche dal rinnovo di contratto o dal riordino delle carriere. Lo stipendio viene determinato dal grado, dunque un semplice appuntato, mai riuscito ad avanzare, continuerà a percepire circa 1.300-1.400 euro al mese, con la possibile aggiunta di eventuali straordinari e compensi accessori, relativi a missioni rischiose e delicate.

Di seguito sono riportati gli stipendi annui lordi dei carabinieri, suddivisi per grado:

  • Carabiniere semplice: 15.643,13 euro annui
  • Carabiniere scelto: 16.145,25 euro annui
  • Appuntato: 16.686 euro annui
  • Appuntato scelto: 17.226 euro annui (17.535 dopo 8 anni nel grado)
  • Brigadiere: 17.342,63 euro annui
  • Vice Brigadiere: 17.960,63 euro annui
  • Brigadiere Capo: 18.578,63 euro annui (18.926,25 dopo otto anni nel grado)
  • Maresciallo semplice: 18.655,88 euro annui
  • Maresciallo ordinario: 19.158,00 euro annui
  • Maresciallo capo: 19.778 euro annui
  • Maresciallo aiutante: 20.548,50 euro annui (20.934,75 dopo otto anni nel grado)
  • Luogotenente: 21.475,50 euro annui
  • Tenente: 21.475.50 euro annui
  • Sottotenente: 20.587 euro annui
  • Capitano: 22.325,25 euro annui
  • Tenente Colonnello o Maggiore: 23.175 euro annui
  • Colonnello: 60.907 euro annui, dopo 23 anni nel grado di ufficiale e 69.131,27 euro dopo 25 anni.
  • Generale: 79.080,08 euro annui
  • Generale di divisione: 107.722,42 euro annui
  • Generale di corpo d’armata: 124.079,77 euro annui

Per poter diventare un carabiniere occorre disporre di alcuni precisi requisiti. È necessario avere la cittadinanza italiana e godere di pieni diritti politici e civili. Nessun precedente o condanna penale. A ciò si aggiungono dei limiti d’età. Giunta la data di scadenza per la presentazione della domanda, sarà necessario avere un minimo di 17 e non aver superato i 26 anni d’età. Soltanto coloro che hanno prestato servizio militare potranno ottenere una proroga a tale limite d’età, fino ai 28 anni.

Sarà inoltre necessario ottenere l’idoneità psico-fisica-attitudinale, rientrando inoltre nei limiti di statura indicati dalla legge. Per quanto concerne i titoli di studio conseguiti, la licenza media inferiore rappresenta il minimo accettabile per diventare un carabiniere semplice. Sarà richiesto un anno da volontario presso l’Esercito Italiano, così da essere ammessi al corso attitudinale per allievi carabinieri.

Il titolo di studio minimo per diventare un ufficiale è il diploma di scuola superiore. Ci si sottoporrà in seguito a dei quiz di cultura generale, una prova fisica e dei test (prevedono scritto e orale), con prova di lingua straniera e informatica. Superati questi step, si avrà accesso a un corso di due anni, ottenendo infine il grado di sottotenente.

Quanto guadagna un carabiniere