Tutti i bonus Draghi che possiamo chiedere quest’estate

Agevolazioni per terme, vacanze e centri estivi. Ecco le misure ancora attive

In estate i bonus non vanno in vacanza. Il Consiglio dei Ministri guidato da Mario Draghi e le Regioni italiane hanno confermato anche per il 2022 particolari agevolazioni che aiuteranno la ripresa del turismo interno dopo due anni di pandemia da Covid. Ecco quali sono quelli attivi e quelli in scadenza.

Bonus terme, la proroga

Fino al 30 giugno scorso è stato possibile utilizzare i voucher di 200 euro del bonus terme per entrare gratis in spa e centri termali. Tale data però è solo il termine ultimo per usufruire di almeno una delle giornate incluse nel pacchetto: per le altre c’è tempo fino al 15 agosto, cioè entro i 45 giorni successivi.

La misura è stata accolta fin da subito con molto entusiasmo dai cittadini al punto che, a pochi giorni dall’apertura delle prenotazioni, le risorse stanziate sono rapidamente esaurite. Ecco perché il governo ha deciso di prorogarla, ma solo per determinati casi.

A contribuire al suo successo sono stati sicuramente l’allargamento della platea a tutti i maggiorenni e l’assenza di presentazione dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE). Scopri come calcolarlo. Quest’ultimo criterio in particolare ha di fatto consentito di richiederlo a prescindere dalla propria soglia reddituale.

Bonus estate 2022, nel Lazio nuovi sconti per le vacanze in regione

Il bonus terme risale al 2021 ed è pensato per dare sollievo centri benessere rimasti chiusi per due anni a causa delle misure restrittive utili a contenere il coronavirus. Da quest’anno è possibile usufruire di un’altra agevolazione: il bonus estate. A erogarlo non è il governo nazionale bensì la Regione Lazio.

I viaggiatori intenzionati a prenotare un soggiorno sul territorio possono richiedere una o due notti gratuite in aggiunta. Attenzione però. Ciò è possibile unicamente nelle strutture aderenti all’iniziativa. Inoltre è possibile arricchire il proprio viaggio con altre attività ed esperienze proposte da alberghi e agriturismi, qualora ovviamente ce ne sia la disponibilità.

Anche il bonus vacanze della Regione Lazio non è vincolato all’ISEE e la sua durata è stata confermata per tutto il prossimo novembre.

Bonus centri estivi, a chi spetta

Infine tutte le regioni italiane hanno stanziato dei fondi ad hoc per erogare dei bonus finalizzati al pagamento dei centri estivi per i bambini. Il bando di concorso è stato aperto dall’Istituto Nazionale Previdenza Sociale (INPS) il 31 maggio scorso e la sua durata è stata estesa fino a luglio.

A differenza delle precedenti questa agevolazione interessa esclusivamente i nuclei familiari con figli minorenni a carico. Per ogni settimana di iscrizione i genitori hanno diritto a un contributo che va a rimborsarli delle spese sostenute per far svagare i ragazzi.

In genere la cifra massima spettante a ciascuna famiglia è di 100 euro a settimana, ma ciò non toglie che ciascun ente pubblico possa aver fissato importi differenti in base alle sue capacità finanziarie.

Altro criterio è una soglia ISEE piuttosto bassa. Le percentuali di riconoscimento variano dall’80% per i redditi superiori ai 56 mila euro l’anno al 100% per quelli fino a 8 mila. La relativa documentazione può essere presentata online direttamente sul sito del Comune o della Regione di residenza.