Metodi per guadagnare con YouTube

Tutto quello che c’è da sapere per guadagnare con YouTube, la piattaforma di video più grande del web

A oggi, YouTube è il secondo sito più visitato al mondo, dopo Google, che ne è il proprietario. Ogni giorno, milioni di utenti da ogni angolo del pianeta caricano video sul proprio canale per mostrare ad altre centinaia di milioni di utenti musica, news, ricette, tutorial e clip di vario genere. Tutto in maniera assolutamente legale, tanto che per alcuni è diventato un vero e proprio lavoro. Guadagnare con YouTube non è difficile e oggi ci sono adolescenti che hanno un fatturato annuale a sei zeri.

Come guadagnare su YouTube

L’unico sistema per monetizzare con YouTube è la pubblicità. Chiunque abbia guardato anche solo un video sulla piattaforma si è accorto che prima di poter vedere il contenuto desiderato c’è sempre uno spot pubblicitario. Quell’inserzione permette a chi ha caricato il video di guadagnare in base alle visualizzazioni. Oggi è possibile creare un buon contenuto video anche con un semplice smartphone, per cui il numero di utenti che scelgono di aprire un canale per pubblicare contenuti su YouTube cresce a dismisura ogni giorno. Naturalmente, anche se è possibile guadagnare con YouTube, non ha senso aprire un canale con quest’unico scopo. Solo se i contenuti sono interessanti per gli utenti della piattaforma si può trasformare un hobby in un’attività vera e propria. Esistono diversi metodi per riuscire a guadagnare con il proprio canale YouTube. Vediamo i più comuni.

Monetizzare con il proprio canale YouTube

Il metodo più usato da tutti è quello di diventare partner di YouTube e monetizzare con le pubblicità. Per entrare in questo meccanismo, YouTube chiede che si abbia già un discreto seguito, più di mille iscritti al canale, e bisogna aver totalizzato almeno 4.000 ore di visualizzazioni negli ultimi 12 mesi. Inoltre, non bisogna aver violato le regole del portale e di copyright. Una volta diventati partner della piattaforma, bisogna collegare un account Google Adsense al proprio canale. Questo passaggio serve per poter ottenere il denaro “guadagnato” con la pubblicità. Per quanto riguarda la pubblicità, è possibile scegliere la modalità in cui si vuole far comparire gli spot sui propri video tra quelle da ignorare dopo alcuni secondi, quelle che bisogna guardare per intero prima dell’inizio del video e quelle in sovraimpressione.

Una volta scelto il video con cui si vuole monetizzare, si può cominciare a guadagnare. Molto importante che gli sponsor siano comunque in linea con il contenuto del video. La domanda che in tanti si pongono è quante visualizzazioni servono per guadagnare su YouTube. Ovviamente, non c’è una regola valida per tutti, né un prezzo fisso. Le visualizzazioni sono importanti ma bisogna considerare innanzitutto quanto è disposto a pagare l’inserzionista, quanti clic ricevono gli annunci e anche il genere di video pubblicati. Per assurdo, il guadagno con le visualizzazioni YouTube è il metodo meno redditizio per monetizzare.

Partnership con altre aziende

Un altro dei metodi per guadagnare con YouTube è quello di effettuare una partnership con altre aziende. Con l’affiliate marketing si possono creare degli accordi con delle aziende e promuovere i loro brand attraverso i propri video. L’attività di promozione può avvenire attraverso recensioni di prodotti, tutorial che spiegano come utilizzare il prodotto o pubblicizzando esplicitamente il prodotto in questione. Questo è uno dei metodi più utilizzati dagli YouTubers ma, anche in questo caso, il guadagno dipende da diversi fattori, tra cui quanto è disposta a investire l’azienda partner.

Influencer marketing

Se il canale è particolarmente seguito, sono le aziende stesse a cercare lo Youtuber per pubblicizzare i propri prodotti. Oggi sono tanti i marchi specializzati in un determinato settore o nicchia che scelgono di promuovere il proprio brand attraverso influencer più o meno famosi. che in questo caso le modalità di promozione e veicolazione del marchio nei contenuti possono avvenire in modi diversi, attraverso link nel video, tramite recensioni o tutorial, tramite la pubblicità esplicita di un prodotto o del brand. L’azienda può decidere di pagare l’influencer in diversi modi, oltre al compenso in denaro, spesso sono considerati anche sconti o forniture periodiche dei prodotti, viaggi, contratti di lavoro o una formula che prevede un mix di tutte queste cose.

Come avere successo con YouTube?

Prima di pensare di guadagnare con YouTube è però bene capire come avere successo con questa piattaforma. Ormai sono centinaia di migliaia i video caricati ogni giorno solo in Italia e riuscire a farsi notare e ottenere la propria fascia di pubblico non è sempre facile. Per riuscire a ottenere visibilità, oltre a produrre contenuti interessanti, originali e di qualità, è fondamentale anche fare attenzione alla SEO (Search Engine Optimization), vale a dire tutte quelle attività volte a ottimizzare un contenuto per i canali di ricerca. Questo consente al video di essere ben posizionato su Google e di ottenere visibilità maggiore. Per avere successo con YouTube è importante capire che i risultati non avvengono subito ma bisogna lavorare sodo per costruire la propria credibilità e affidabilità in rete e ottenere la propria community di follower. Solo con costanza si può trasformare una passione in un’opportunità di guadagno.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Metodi per guadagnare con YouTube