Cos’è Litecoin e quanto vale

Scopri quali sono le peculiarità del Litecoin, le differenze con Bitcoin e le sue funzionalità.

Lanciata nell’ottobre 2011, dal suo creatore Charles “Charlie” Lee, Litecoin è una delle criptovalute più apprezzate a livello globale. Come avremo modo di approfondire più avanti, anche questa moneta digitale nasce da una costola di Bitcoin, così come teorizzato da Lee stesso che voleva progettare una versione leggera (‘lite’ si pronuncia come ‘light’ in inglese) di Bitcoin. E proprio dal confronto con la sua progenitrice, è possibile individuare sia i tratti comuni, che peculiarità di Litecoin che poi sono quelle sulle quali ci interessa soffermarci nel dettaglio.

Litecoin cos’è e a cosa serve?

Il padre di Litecoin (LTC), Charlie Lee, laureato al MIT di Boston ed ex ingegnere presso Google Inc., ha affermato che nell’ottobre 2011 stava ‘giocando’ con la matrice del codice di Bitcoin (BTC) con l’intenzione di divertirsi nel creare una fork (biforcazione nel codice). Il risultato finale è stata la nascita di Litecoin, una criptovaluta basata su una blockchain open source svincolata dal controllo di qualsivoglia alcuna autorità centrale, il che significa che i partecipanti alla rete operano senza intermediazione di banche, o di società di credito e senza ‘dazi’ di governi o istituzioni.

Come tutte le altre criptovalute il concetto di base è quello di essere antagonista e alternativa alle valute Fiat: può essere utilizzata da individui e/o società per acquisti di oggetti e trasferimenti di fondi. Nello specifico Litecoin, grazie alla velocità delle transazioni e all’economicità delle medesime, può essere utilizzata nel circuito cripto anche per le transazioni di piccolo valore. Dato il clamore iniziale, che profetizzava Litecoin come il nuovo argento, rispetto al nuovo oro digitale Bitcoin, LTC è diventata soprattutto oggetto di trading, ovvero di compra-vendita speculativa sul valore di mercato, piuttosto che una valuta effettivamente circolante.

Litecoin come funziona e perché è diversa da Bitcoin?

Perché è d’obbligo il confronto fra Litecoin e Bitcoin? Perché ogni criptovaluta deve sempre fare i conti con la valuta digitale per antonomasia: come quando utilizziamo il termine Kleenex (specifico) al posto di fazzoletto di carta (generico), così bitcoin è sinonimo di criptovaluta in generale.

A maggior ragione questo presupposto è valido quando parliamo di una criptomoneta nata come fork da Bitcoin. Sia LTC che BTC sono valute Internet peer-to-peer operative su una rete di pagamento globale, completamente decentralizzata e open source. Ma quali sono le principali differenze? Eccole elencate in modo schematico:

  • Quotazione: la prima differenza è il prezzo di mercato, derivante anche dalla rispettiva capitalizzazione di mercato. A marzo 2021, Bitcoin ha capitalizzato 1 triliardo di USD mentre Litecoin nello stesso mese, con oltre 66 milioni di monete in circolazione, ha raggiunto poco più di 13 miliardi di USD. Il valore di Litecoin, al momento, è di circa 160 USD per 1 LTC, mentre servono oltre 35.000 dollari statunitensi per 1 BTC. Anche il limite di monete ‘coniabili’ è sensibilmente diverso: per BTC è fissato in 21 milioni di unità, per LTC in 84 milioni.
  • Algoritmo: gli algoritmi crittografici utilizzati per il funzionamento della blockchain sono diversi, poiché Bitcoin utilizza l’algoritmo SHA-256 di vecchia generazione e Litecoin utilizza un algoritmo più recente chiamato Scrypt. Ciò comporta anche un gap nella velocità di generazione dei blocchi, come spiegato nel prossimo punto.
  • Velocità dei blocchi: Litecoin produce quattro volte il numero di blocchi di Bitcoin, generando un nuovo blocco ogni 2,5 minuti, mentre Bitcoin impiega fino a 10 minuti. La velocità maggiorata permette non solo di quadruplicare il limite di monete, ma anche di migliorare la facilità di acquisizione. Il rovescio della medaglia? L’uso di hardware di mining, per i minatori di LTC, richiede una potenza di elaborazione significativamente maggiore.

Conviene investire in Litecoin?

È la domanda immancabile in qualunque guida sulle criptovalute. In realtà, una domanda ‘trabocchetto’, perché il settore delle criptovalute non può essere approcciato in modo semplicistico, con un “sì” o con un “no” assoluti come risposte. Comprare Litecoin, così come investire in altre valute digitali, richiede un approfondimento di tipo generale e un aggiornamento costante sull’andamento del mercato.

Così se, sulla carta, Bitcoin e Litecoin sono considerati l’oro e l’argento dello spazio delle criptovalute, i fatti dimostrano che non esiste uno status quo immutabile e duraturo in un settore caratterizzato non solo da sviluppi tecnologici rapidi, ma anche da volatilità speculativa. Vero è che certi fondamenti di Litecoin sono molto apprezzati dalla comunità cripto e da analisti finanziari: in particolare la velocità di elaborazione delle transazioni digitali può dare a LTC maggiori possibilità di applicazione ‘reale’ come valuta di scambio fra gli utenti.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cos’è Litecoin e quanto vale