Dove si fa il passaporto elettronico e quanto costa

Dove fare il nuovo passaporto elettronico, quanto costa, quanto tempo serve per il rilascio e come risparmiare

Forse non tutti sanno che ora esiste un nuovo tipo di passaporto, quello elettronico, diventato obbligatorio. Si tratta di un libretto di 48 pagine a modello unificato, dotato di microchip in copertina e contenente tutte le informazioni sul titolare, compresi i dati anagrafici, la foto, le impronte digitali e la firma digitalizzata.

Il nuovo passaporto elettronico è valido fino a tre anni per i minori di tre anni, cinque anni fino ai 18, e 10 anni per i maggiorenni. Chi ha un passaporto “vecchio” ancora valido lo può utilizzare fino alla sua scadenza.

Dove fare il passaporto elettronico

Per ottenere il rilascio del passaporto elettronico è necessario presentarsi agli appositi uffici in Questura o in alternativa al Commissariato di Polizia, in una stazione dei Carabinieri o in un ufficio postale o comunale. La Questura è comunque l’unica autorizzata al prelievo delle impronte digitali.

Dovrete compilare un modulo prestampato, disponibile in due versioni – una per maggiorenni e l’altra per minorenni – portare il vostro documento d’identità originale e una fotocopia, e, per i figli minorenni, una richiesta per il rilascio firmata da entrambi i genitori. Se state richiedendo il passaporto perché avete smarrito o vi hanno rubato il precedente, dovete avere con voi anche copia della denuncia di smarrimento o di furto.

Questi i documenti che dovrete avere con voi:

  • documento d’identità in corso di validità
  • fotocopia del documento di identità (per i vostri figli minorenni servono anche le fotocopie del loro documento di identità e quelle di entrambi i genitori)
  • due fototessere
  • il vecchio passaporto scaduto, se ce l’avete

Quanto tempo serve per il rilascio

Se volete evitare di perdere troppo tempo, potete portarvi avanti compilando i documenti online sul sito della Polizia di Stato e prenotando un appuntamento in Questura per la consegna del passaporto e il rilevamento delle impronte digitali. Il passaporto può essere anche spedito a casa, a un costo di 8,20 euro.

In media i tempi del rilascio sono meno di sette giorni in Questura, e circa due settimane presso gli uffici postali e il Comune. Durante le vacanze, estive o invernali, l’attesa sale.

Quanto costa il passaporto elettronico

Il nuovo passaporto elettronico costa di base 116 euro: 42,5 euro a mezzo bollettino di conto corrente indirizzato al ministero dell’Economia e delle Finanze, e una marca da bollo di 73,5 euro acquistabile presso i tabaccai o gli esercenti autorizzati. Il bollo annuale è stato abolito nel 2014.

Ai 116 euro di base vanno aggiunti i costi relativi alla realizzazione delle foto, a norma e scattate da non più di sei mesi, in media dai 5 ai 10 euro. I costi di spostamento e parcheggio, se si abita in città, e naturalmente i tempi necessari a svolgere tutte le pratiche burocratiche necessarie.

Come risparmiare

Un problema da più parti sollevato, connesso al rilascio del passaporto elettronico, riguarda il pagamento dei 73,50 euro del contrassegno amministrativo. Molti tabaccai ne chiedono il pagamento in contanti.

Su questo punto si espressa anche la Federazione Italiana Tabaccai, che ha calcolato le ricadute sul margine di guadagno per i tabaccai, a seconda che il contrassegno amministrativo venga pagato in contanti o tramite POS.

Secondo le stime della Federazione, il guadagno dei tabaccai su ogni pagamento del contrassegno è di 3,45 euro (il 4,70% del totale, il resto viene riversato all’Erario dello Stato). Un guadagno che si riduce del 12% a causa dei vari costi, che diventa addirittura del 55% in caso di pagamento tramite bancomat, per via dei costi di commissione, installazione e mantenimento del POS.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dove si fa il passaporto elettronico e quanto costa