Bonus verde prorogato, novità 2020 per giardini e terrazzi

Prorogata fino al 31 dicembre 2020 la detrazione fiscale del 36% per chi vuole sistemare o ristrutturare il verde privato

Dopo la proroga degli altri bonus casa, col dl Milleproroghe arriva la conferma della proroga del bonus verde per il 2020, ovvero della detrazione Irpef del 36% sulle spese sostenute negli interventi di sistemazione di giardini, terrazze e parti comuni di edifici condominiali.

La detrazione va ripartita in 10 quote annuali e va calcolata su un importo massimo di 5.000 euro per unità immobiliare a uso abitativo, e quindi la detrazione massima è di 1.800 euro, secondo quanto prevede un emendamento alla manovra presentato dal ministero delle Politiche agricole, e l’onere calcolato è di 7,2 milioni.

Bonus verde, cos’è e come funziona

Il bonus verde è stato introdotto nella Legge di Bilancio 2018 e prevede una detrazione del 36% sulle spese sostenute per la realizzazione di coperture a verde e giardini pensili, impianti di irrigazione e pozzi, e per la sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici, unità immobiliari, pertinenze e recinzioni. Compresi, quindi, la realizzazione di fioriere fisse e l’allestimento a verde permanente di balconi e terrazzi. Il bonus va ripartito in dieci quote annuali e calcolato su un importo massimo di 5mila euro per unità immobiliare. Il pagamento delle spese deve avvenire attraverso strumenti che consentono la tracciabilità delle operazioni (mediante bonifico bancario o postale).

Le spese devono essere sostenute per la “sistemazione a verde” di aree scoperte private di edifici esistenti, comprese le pertinenze, recinzioni, impianti di irrigazione, realizzazione di pozzi, coperture a verde e giardini pensili.
Non rientrano nel bonus la manutenzione ordinaria periodica di giardini preesistenti non connessa a un intervento innovativo o modificativo e i lavori in economia.

I beneficiari del bonus sono i contribuenti che possiedono o detengono l’immobile oggetto degli interventi e i familiari conviventi (purché sostengano effettivamente la spese e siano ad essi intestati i relativi documenti giustificativi).

Coldiretti, proroga bonus verde sostiene 100mila occupati

“La proroga del bonus verde nella manovra risponde alle nostre ripetute sollecitazioni per favorire con le detrazioni fiscali la diffusione di parchi, giardini e terrazzi in città capaci di catturare le polveri e di ridurre il livello di inquinamento”. È quanto afferma il presidente della Coldiretti Ettore Prandini in riferimento ai contenuti del Milleproroghe che conferma per il prossimo anno il cosiddetto bonus verde nella manovra. Una misura che inoltre aiuta il florovivaismo che – sottolinea la Coldiretti – è un settore di punta del Made in Italy, con un valore della produzione attorno ai 2,5 miliardi di euro grazie a 27.000 imprese con oltre 100.000 occupati, impegnate nella coltivazione di oltre 2.000 specie vegetali”.

 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bonus verde prorogato, novità 2020 per giardini e terrazzi