Maltempo, nuova allerta meteo in 8 regioni. Piemonte impazzito per la neve: una vittima

La Protezione civile ha diramato un avviso per indicare possibili situazioni di pericolo legate al maltempo

Il maltempo continua a colpire l’Italia anche alle porte dell’inverno. La Protezione civile, infatti, ha diramato per venerdì 16 dicembre un’allerta arancione per alcune aree di Emilia Romagna e Toscana. L’allerta sarà invece gialla su altre zone di queste Regioni e su Umbria, Lazio, Abruzzo, Campania, Molise e Sardegna. L’avviso è collegato, a seconda dei casi, al rischio temporali e a quello idrogeologico e idraulico.

Il quadro meteorologico previsto

Per le prossime ore sono previste nuvole e scrosci sul Nordest, in particolare sul Friuli-Venezia Giulia. Sono previste alcune nevicate sui confini alpini e aree limitrofe. Le temperature massime saranno comprese fra i 6-7 gradi di Torino, Milano e Bologna e i 13° di Trieste. Al Centro Italia sono in arrivo nubi e piogge anche intense su Lazio, Umbria e Sardegna. (Qui abbiamo spiegato chi decide quando accendere il riscaldamento in condominio).

Ci sarà invece il sole sulle regioni adriatiche. Nell’Italia centrale le temperature sono in aumento, con massime comprese fra i 12° de L’Aquila e Perugia e i 15-17 delle altre città. Al Sud rimane l’alta pressione, con tempo stabile e soleggiato. Previste, però, delle precipitazione sulla Campania, in particolare su Caserta e Napoli.

Allerta arancione in Emilia-Romagna e Toscana

Il Dipartimento della Protezione Civile ha diramato un’allerta meteo arancione per piene dei fiumi, frane e piene torrenti anche nelle province di Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini. Nello specifico sono le zone di montagna emiliana centrale, la Collina emiliana centrale, la Pianura modenese di Secchia e Panaro, Pianura reggiana di Enza e Crostolo, Pianura bolognese di Reno e suoi affluenti, Collina bolognese, Montagna bolognese, Costa romagnola, Bassa collina e pianura romagnola, Alta collina romagnola, Pianura reggiana di Po, Montagna romagnola

Non solo, l’allerta arancione è stata diramata anche per un possibile rischio idrogeologico che interessa la regione Toscana e le zone: Mugello-Val di Sieve, Reno, Serchio-Garfagnana-Lima, Arno-Casentino, Lunigiana, Bisenzio e Ombrone.

Allerta a Ischia e la Campania

Tra le aree per cui è stata diramata l’allerta gialla c’è la Campania. Nello specifico a Ischia, dove la situazione non è ancora tornata alla normalità, dopo la frana del 26 novembre. La Protezione civile regionale ha raccomandato alle autorità competenti di attivare i Centri Operativi Comunali e di tutte le misure previste dai piani comunali.

Sono possibili gli allagamenti di seminterrati e dei locali a pian terreno. Potrebbe verificarsi l’innalzamento dei livelli dei corsi d’acqua, con gli allagamenti delle aree limitrofe, la caduta di massi in diversi punti del territorio e fenomeni franosi.

Meteo estremo in Italia: qual è il vero impatto del cambiamento climatico

Disagi in Piemonte per le nevicate

In Piemonte intanto è arrivata la neve. La perturbazione nevosa ha cominciato a imbiancare strade e tetti intorno alle 12, anche a quote basse, e si sono registrati alcuni disagi. Nel Cuneese due strade sono state temporaneamente chiuse a causa di alcuni mezzi pesanti di traverso in carreggiata. Per la stessa ragione, il traffico è stato sospeso sulla statale dei Laghi di Avigliana nel Torinese, mentre sulla statale della Valle d’Aosta si sono formate delle code.

Malauguratamente, non tutti gli automobilisti erano organizzati per la neve e perciò si sono verificati numerosi casi di automobili senza gomme da neve in panne (qui abbiamo parlato dell’obbligo delle gomme invernali), portando a molti rallentamenti. Sono entrati in funzione anche i mezzi spargisale e spazzaneve.

Il Biellese è stato uno dei territori più colpiti: le difficoltà causate dal maltempo hanno fatto uscire di strada un’automobile e un autobus di linea, finito contro un’abitazione. In un incidente a Quaregna Cerreto, avvenuto in galleria, una automobilista è morto e altre due persone sono rimaste ferite.