Non solo Kinder, altra cioccolata richiamata dai supermercati

Dopo il maxi ritiro di molti prodotti Kinder, che ha coinvolto la grande distribuzione su larga scala, altra cioccolata è stata ritirata dai supermercati perché a rischio contaminazione

Non solo Kinder, dopo il caso salmonella che ha coinvolto il grande marchio Ferrero (qui gli ultimi aggiornamenti), altra cioccolata è stata ritirata dai supermercati perché a rischio contaminazione. Il ministero della salute ha pubblicato ulteriori due avvisi venerdì 22 aprile, ai quali si è aggiunta la segnalazione relativa a delle uova di Pasqua.

Vediamo nello specifico i prodotti coinvolti, quelli da non comprare e i lotti ritirati.

Possibile presenza di salmonella nei cioccolati Kinder: altri prodotti ritirati dal mercato

Si allunga l’elenco dei prodotti Kinder richiamati per possibile presenza di salmonella (qui quelli già ritirati). L’ultimo avviso è stato pubblicato dal ministero della salute venerdì 22 aprile 2022, motivo della segnalazione: “richiamo per rischio microbiologico”.

Come si legge nei documenti, i prodotti interessati questa volta sono tutti i lotti di:

  • KINDER HAPPY MOMENTS MINIMIX, confezione da 162 gr
  • Peluche coniglio Maxi Mix contenente Kinder Schoko Bons, confezione da 133 gr.

Entrambi marchio “Kinder Ferrero”, sono stati etichettati a rischio per “possibile presenza di salmonella“.

Per ulteriore tutela, inoltre, il ministero ha esteso il richiamo a una confezione che contiene Kinder Schoko Bons 46g già (richiamato in data 08/04/2022). Chi ha acquistato questo prodotto, dunque, è tenuto a non consumarlo e a contattare il Servizio Consumatori Ferrero al numero 800 90 96 90.

Sul sito dell’azienda è specificato che ogni domanda, commento o suggerimento avrà immediata risposta. Il numero è attivo dal lunedì al venerdì dalla 09.00 alle 18.00 (sabato, domenica e festivi esclusi). In alternativa, per le segnalazioni, è possibile compilare direttamente il modulo online presente sul sito, nella sezione dedicata.

Non solo Kinder, le uova di Pasqua ritirate dal ministero

Non solo cioccolato Kinder, agli avvisi pubblicati in data 22 aprile 2022, infatti, si aggiunge anche quello relativo a delle confezioni di uova di Pasqua marchio Loving.

Si tratta, nello specifico, di uova di Pasqua senza lattosio, prodotti da GFM OLIVIERO f.lli srl nella sede di Monteforte Irpino (in provincia di Avellino). I lotti di produzione ritirati sono quelli che riportano la sigla L 22 035. Il motivo del richiamo, si legge, è per “possibile presenza di latto-derivanti nel prodotto, non dichiarati in etichetta”. A tal proposito, il ministero raccomanda alle persone allergiche alle proteine del latte ed intolleranti al lattosio di non consumare il prodotto e restituirlo al punto vendita dove lo hanno acquistato. Ovviamente, il prodotto non presenta alcun rischio per i non allergici a latte e derivati, che per questo motivo possono consumarlo tranquillamente.

Prodotto segnalato dal ministero della salute per rischio contaminazione: posso restituirlo?

Gli operatori del settore alimentare (OSA) hanno l’obbligo di informare i propri clienti sulla non conformità riscontrata negli alimenti da essi posti in commercio e a ritirare il prodotto dal mercato.

In aggiunta al ritiro, qualora il prodotto fosse già stato venduto al consumatore, l’OSA deve inoltre provvedere al richiamo cioè deve informare i consumatori sui prodotti a rischio, anche mediante cartellonistica da apporre nei punti vendita, e a pubblicare il richiamo nella specifica area del portale del ministero della salute.

Chi ha acquistato i prodotti segnalati, quindi, può seguire le indicazioni dei funzionari di sanità pubblica, che spesso spiegano come e a chi restituire il prodotto, indicando anche eventuali numeri verde o centri di assistenza a cui rivolgersi.