Cosa sta succedendo al cioccolato Kinder Ferrero

Diversi casi di salmonella hanno colpito soprattutto bambini dopo che avevano consumato cioccolato Kinder. Ecco cosa sta facendo l'azienda

Foto di QuiFinanza

QuiFinanza

Redazione

QuiFinanza, il canale verticale di Italiaonline dedicato al mondo dell’economia e della finanza: il sito di riferimento e di approfondimento per risparmiatori, professionisti e PMI.

AGGIORNAMENTO: Vi rimandiamo qui per tutti gli aggiornamenti sul caso Kinder Ferrero.

A neanche due settimane dalla Pasqua, momento clou dell’anno assieme al Natale per la vendita di cioccolato, Ferrero si trova a dover gestire un problema delicatissimo. Prima in Gran Bretagna e poi in Francia sono stati segnalati più di un centinaio di casi di salmonella: colpiti soprattutto bambini con meno di 10 anni, con sintomi piuttosto gravi che vanno dalla diarrea a forti crampi addominali, e che in alcuni casi hanno portato anche al ricovero.

Le autorità sanitarie hanno riscontrato un “collegamento” tra la salmonellosi e il cioccolato presente in una serie di prodotti Kinder Ferrero, che evidentemente sarebbe stato contaminato. Da qui è scattata la psicosi.

Cosa sta facendo Ferrero

Chiariamo subito che i dolci potenzialmente contaminati sono prodotti esclusivamente nello stabilimento di Arlon, in Belgio, fa sapere l’azienda piemontese in una nota ufficiale. Motivo per cui Ferrero ha deciso di sospendere la produzione nella fabbrica belga e ritirare in via precauzionale alcuni prodotti venduti nel Regno Unito in Francia e poi anche in Italia.

I cioccolatini coinvolti sono solitamente venduti in Francia, Belgio, Regno Unito, Germania, Svezia e Paesi Bassi. Dopo le indagini, l’agenzia belga per la sicurezza alimentare (FASFC) ha ordinato lo stop della produzione nello stabilimento di Arlon.

Con riferimento al richiamo “precauzionale e volontario” adottato dal Gruppo Ferrero nel Regno Unito ed in altri Paesi europei, di alcuni specifici lotti di produzione Kinder Sorpresa realizzati presso lo stabilimento di Arlon, Ferrero ha poi deciso di predisporre, anche in Italia, in accordo con le autorità sanitarie nazionali, un richiamo precauzionale di specifici lotti di produzione di Kinder Schoko-Bons, provenienti dallo stesso stabilimento, con data di consumo preferenziale compresa tra il 28 maggio 2022 e il 19 agosto 2022.

Per non perderti le ultime notizie e ricevere i nostri migliori contenuti,
iscriviti gratuitamente al canale Telegram di QuiFinanza: basta cliccare qui.

 

Prodotti Kinder Ferrero di Pasqua sicuri

Tutti gli altri prodotti Ferrero, compresi i prodotti Kinder dedicati alla Pasqua e tutte le caratterizzazioni della ricorrenza pasquale, non sono coinvolti dal richiamo.

Ferrero intende, inoltre, rassicurare di non aver ricevuto negli ultimi 6 mesi in Italia contatti di consumatori o reclami per indisposizione a seguito di consumo di prodotti Kinder. Ad oggi, inoltre, nessun prodotto analizzato sui mercati coinvolti dal richiamo è risultato contaminato da salmonella.

Questa decisione volontaria e precauzionale è in linea con i valori che da sempre guidano il Gruppo Ferrero, quali la massima priorità alla tutela del consumatore, alla qualità e alla sicurezza alimentare dei propri prodotti.

Come contattare Ferrero

L’azienda sta lavorando con i propri clienti al fine di garantire che questi prodotti non siano più disponibili sul mercato.

Ferrero invita chiunque abbia acquistato e non ancora consumato il prodotto Kinder Schoko-Bons, a non consumarlo, a conservarlo e quindi a contattare il servizio clienti al numero verde 800 90 96 90, attivo dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 18.00 (sabato, domenica e festivi esclusi). In alternativa, potete compilare direttamente il modulo online qui.

Se per caso avete acquistato prodotti Kinder Ferrero in Francia, per essere rimborsati dovreste portare nel punto vendita una foto dell’imballaggio con i riferimenti del prodotto (scadenza e codice a barre), quindi chiamare il numero di telefono per chiedere il rimborso 0 800 653 653 o contattarla all’indirizzo contact.fr@ferrero.com.