Navigator, contratto in scadenza: quanto sono costati e quale sarà il loro futuro

Tra circa tre mesi gli oltre 2.700 Navigator saranno disoccupati. E nessuno nel Governo sembra volersene occupare

Dovevano essere il fulcro attorno al quale far girare alla perfezione, come in un orologio svizzero, l’intero sistema del Reddito di Cittadinanza. E, nonostante i ritardi accumulati nella fase iniziale, sembrava che le cose iniziassero finalmente ad andare per il verso giusto: i Navigator avevano iniziato a collaborare con i centri per l’impiego territoriali, stabilendo rapporti con i percettori di RdC e aiutandoli a cercare una nuova collocazione sul mercato del lavoro.

Tra poco, però, potrebbero essere gli stessi Navigator a trovarsi dall’alta parte della barricata: il loro contratto con l’Agenzia nazionale politiche attive lavoro sta per scadere e non è ancora dato sapere quale sarà il loro futuro.

Navigator Reddito di Cittadinanza: chi sono e quanto sono costati

Come accennato, i Navigator avrebbero dovuto svolgere un ruolo fondamentale per il corretto funzionamento del Reddito di Cittadinanza. Si tratta di professionisti selezionati dall’ANPAL a seguito di un concorso, il cui compito era quello di aiutare i percettori di RdC a “rendersi appetibili” sul mercato del lavoro e trovare così una nuova occupazione.

Nell’ultimo anno e mezzo, i circa 3.000 Navigator oggi operatvi sul territorio nazionale hanno aiutato decine e decine di migliaia di percettori di Reddito di cittadinanza a migliorare il loro curriculum, a cercare nuove opportunità lavorative e prepararsi per colloqui di lavoro. Operazioni, però, che non sempre hanno dato i frutti sperati: secondo Elisabetta Donati, responsabile dei dieci centri per l’impiego della provincia di Bergamo, il 30% di chi si è rivolto ai Navigator è riuscito a trovare un’occupazione stabile. Cifre più elevate rispetto a quelle diffuse qualche mese fa sulle percentuali dei percettori di RdC che hanno trovato lavoro, ma comunque non altissime.

Il tutto a costi decisamente non irrisori. Con uno stipendio lordo annuo di circa 27.500 euro (e la possibilità di chiedere un rimborso spese per le trasferte di 300 euro al mese), si stima che i Navigator costino alle casse dell’erario 7,5 milioni di euro al mese. Per 18 mesi di attività fa un totale di 135 milioni di euro.

Navigator Reddito di Cittadinanza: quale futuro

Come detto, però, ben presto i Navigator potrebbero trovarsi dall’altro lato della barricata: professionisti senza lavoro in cerca di una nuova occupazione. Il contratto con l’ANPAL è destinato a scadere il 30 aprile 2021 e, con la crisi di Governo in corso, i Navigator sembrano avere difficoltà a trovare interlocutori interessati al loro destino. Secondo i rappresentanti sindacali, i fondi per il rinnovo del contratto sono già presenti nella Manovra di Bilancio e la ministra Catalfo ha assicurato che non verranno dimenticati. Resta da vedere se questa promessa si tradurrà in una stabilizzazione oppure un nuovo concorso nel quale “spendere” l’esperienza accumulata.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Navigator, contratto in scadenza: quanto sono costati e quale sarà il...