A cosa serve il casellario giudiziale

Scopri con QuiFinanza cos'è il casellario giudiziale, per cosa può essere utile e come richiederlo.

Il casellario giudiziale è una certificazione che viene rilasciata dalla Procura della Repubblica, con la quale la persona che ne fa richiesta, può venire a conoscenza di tutte le sentenze amministrative e giudiziarie che lo riguardano. L’articolo è il 3 del D. P. R. del 14 novembre del 2002, il numero 313. In questo articolo scopriremo a cosa serve il casellario giudiziale e come richiederlo.

Per risalire a tutti i rapporti che una determinata persona ha con la giustizia, abbiamo bisogno del casellario giudiziale, certificato che attesta tutti i provvedimenti civili e penali, tutte le condanne scontate e ancora pendenti, a carico di una persona. In base alle situazioni, possono esserci differenti certificati del casellario giudiziale, per esempio le condanne penali, la presenza di persone interdette oppure i processi in carico quando viene fatta la richiesta. Le Procure della Repubblica sono autorizzate a rilasciare il certificato del casellario giudiziale, anche se si fa richiesta fuori dal comune di nascita del richiedente.

Casellario giudiziale: come richiederlo

Il casellario giudiziale può essere richiesto per svariati motivi. La maggior parte delle volte viene richiesto in caso di nuove assunzioni, per richiedere le pratiche di adozione o affidamento per i minori, oppure per richiedere il permesso di soggiorno. Ovviamente se non si sa come richiedere il certificato, è sempre meglio chiedere consiglio a un avvocato competente specializzato in materia. Di questo certificato ne esistono diverse tipologie e chi lo richiede specifica sempre di che tipologia necessita:

  • certificato casellario giudiziale generale che racchiude le sentenze, le condanne e i provvedimenti definitivi penali, civili e amministrativi;
  • certificato casellario giudiziale penale che racchiude tutti i provvedimenti penali irrevocabili (fedina penale);
  • certificato casellario giudiziale civile che riassume tutti i provvedimenti riguardanti la capacità della persona (interdizione legale e giudiziale, fallimenti, perdita o revoca della cittadinanza);
  • certificato casellario giudiziale che viene richiesto dalle pubbliche amministrazioni, è simile a quello generale, penale e civile, ma la richiesta è del soggetto interessato.

Quando il documento è stato rilasciato, il diretto interessato può richiedere la verifica di tutte le condanne a suo carico, sempre nell’ufficio locale dove ha ritirato il certificato casellario giudiziale attraverso la visura a richiesta degli interessati, e non serve pagare nessun extra per questo servizio. Si deve solo compilare un apposito modello .

Casellario giudiziale: come fare richiesta online

Per agevolare le varie richieste del certificato casellario giudiziale, le prenotazioni possono essere fatte anche online. Quando il certificato è pronto può essere ritirato allo sportello dell’ufficio locale del casellario prescelto; va consegnato un modulo con la richiesta del casellario oppure il numero della prenotazione che è stato attribuito dalla richiesta del casellario giudiziale online.

Per la procedura online bisogna selezionare l’ufficio locale in cui si vuole ritirare il certificato, decidere la modalità del rilascio del documento (con urgenza o senza), specificare il numero di copie di cui si ha necessità e compilare la parte dedicata ai dati personali. A prenotazione effettuata si riceverà un messaggio di conferma sul proprio indirizzo mail, contenente il numero della prenotazione e in allegato i moduli compilati da consegnare all’ufficio locale.

Il certificato casellario giudiziale può essere ritirato solo previo pagamento di bolli o di diritti di certificato, ma ci possono essere dei  casi in cui si è esenti dal pagamento. Il diritto di esenzione è attestato da documenti idonei che confermano tale diritto. Nel caso in cui ci fosse il mancato ritiro del documento entro trenta giorni dalla prenotazione, il sistema annullerà la richiesta. Se la prenotazione è stata fatta online, può essere cancellata unicamente, finché non sia stata presa in carico, dall’ufficio del casellario locale scelto.

Il casellario giudiziale è valido all’estero?

Il casellario giudiziale è possibile richiederlo che sia valido anche all’estero, serve apporre una apostilla “come da convenzione Aja 5/10/61” o la legalizzazione estera. La validazione per l’estero cambia in base al paese di destinazione, che deve sempre essere indicato nel modulo da compilare. Questo documento va presentato in un ufficio differente da quello che emette il certificato casellario giudiziale. I tempi di consegna oscillano tra i cinque e i dieci giorni per essere convalidati. Nei casi più particolari è necessario un passaggio in più: è un’operazione di competenza del richiedente del certificato, che dovrà passare presso l’ambasciata del paese in cui vuole far essere valido il certificato.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

A cosa serve il casellario giudiziale