I danni dei cambiamenti climatici in un video di Muccino per WWF

Per la Earth Hour 2018 del 24 marzo, il WWF ha lanciato un video con la regia di Gabriele Muccino per porre l’accento sul rischio di estinzione degli orsi polari per via dei cambiamenti climatici.

I cambiamenti climatici rendono sempre più difficile la sopravvivenza degli orsi polari. Il WWF ha fortemente voluto questo video che vede la prestigiosa regia di Gabriele Muccino per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione.

L’orso polare del video è stato riprodotto digitalmente da EDI Effetti Digitali Italiani, la voce che racconta della precaria condizione degli orsi al polo Nord invece è del famoso attore   Stefano Accorsi. Le musiche invece sono di Paolo Buonvino.

L’impatto dei cambiamenti climatici si sente in modo particolarmente evidente al polo Nord rispetto che altrove. Qui, a causa del riscaldamento globale, il ghiaccio si sta sciogliendo, così gli orsi non possono più trovarvi rifugio e ospitalità. Costretti a lunghe nuotate e vedendo ridotte le possibilità di caccia, gli orsi faticano a fare scorte di grasso corporeo necessarie a fronteggiare i mesi più ardui, ovvero quando il cibo scarseggia. Gli orsi si ritrovano così a sopportare lunghi periodi di digiuno senza poter contare su un adeguato strato di grasso che li protegga e li mantenga in vita.

Denutriti e stanchi, anche riprodursi diventa complicato. I cuccioli spesso non riescono a sopravvivere sia per la mancanza di cibo sia perché le madri che li allattano sono stremate dalla fame. Non c’è da sorprendersi dunque se il tasso di riproduzione sta diminuendo in modo preoccupante e nemmeno delle premature morti dei piccoli.

La sopravvivenza degli orsi polari è inoltre messa a rischio dall’inquinamento dell’artico. Vi arrivano infatti una serie di sostanze tossiche per via delle condizioni meteorologiche e alle correnti. Tali sostanze possono essere ingerite dagli animali e dagli orsi che di questi animali si cibano. Non bisogna infatti dimenticare che trovandosi al vertice della catena alimentare gli orsi polari rischiano di accumulare una grande quantità di agenti tossici.

A tutto questo si aggiunge lo sfruttamento della zona per l’estrazione del petrolio. Tale attività, oltre a rovinare quest’area geografica, espone l’artico al rischio di pericolose fuoriuscite di petrolio.

I danni dei cambiamenti climatici in un video di Muccino per WWF