Come evitare il raddoppio delle bollette luce e gas nella prossima stagione

Quali sono le strategie che si possono adottare per riuscire a contrastare il raddoppio di luce e gas a fine 2022. 

Sapevamo già che l’arrivo dell’autunno non sarebbe di certo stato semplice: il raddoppio delle bollette di luce e gas non ha fatto altro che confermare quello che si temeva già da tempo. 

Al di là delle agevolazioni statali che sono state confermate e perfezionate dal Governo, quali sono le strategie da mettere in campo per evitare il raddoppio luce e gas? Proviamo a rispondere a questa importante domanda nelle prossime righe. 

Scopri come risparmiare fin da subito con il mercato libero

Raddoppio luce e gas: cosa sapere

Per analizzare a fondo la questione ed essere dei consumatori consapevoli, è bene partire dall’analisi delle bollette di luce e gas. Forse non tutti sanno che la bolletta della luce (così come quella del gas) è formata da varie voci di spesa. 

Si tratta di:

  1. spesa per la materia prima energia;
  2. spesa per il trasporto e la gestione del contatore;
  3. oneri generali di sistema;
  4. IVA e accise;
  5. canone RAI (che non è invece presente sulla bolletta del gas). 

Quanto incide ogni voce sul costo totale della bolletta? Partiamo intanto dall’assunto che soltanto la spesa della materia prima può variare tra un fornitore e l’altro, in quanto le altre voci non dipendono dalla tipologie di offerta luce e gas che è stata sottoscritta. 

Attiva una nuova offerta sulla componente luce

La spesa per la materia prima varia in relazione al consumo, ma presenta anche una quota fissa. Il prezzo dipende dal singolo fornitore, che può scegliere di vendere luce (e gas) con il prezzo del mercato all’ingrosso, oppure aggiungendo a tale costo una maggiorazione. 

Vale la regola base dell’economia per la quale se aumenta la richiesta di un bene, cresce anche il suo costo. In generale, dallo scorso autonomo, il prezzo all’ingrosso del gas è aumentato principalmente per i seguenti motivi:

  • rinascita dell’economia e aumento della domanda dopo il periodo di stagnazione covid;
  • aumento della richiesta in vista dei mesi invernali, in cui il gas viene utilizzato principalmente per il riscaldamento;
  • la guerra tra Russia e Ucraina, che ha portato a un momento di profonda incertezza nelle principali economie mondiali. 

L’aumento del prezzo del gas ha avuto, come conseguenza diretta, anche l’impennata del prezzo dell’energia, la cui produzione dipende in parte proprio dal gas naturale. 

Raddoppio luce e gas: altre voci di costo

In relazione alle altre voci presenti in bolletta, bisogna fare un discorso a parte. Le spese per il trasporto e la gestione del contatore hanno un valore che viene stabilito da ARERA. 

In particolare, servono a coprire i costi previsti per la trasmissione dell’energia sulla rete nazionale, ma anche per la successiva distribuzione a livello locale e la gestione del contatore. 

ARERA stabilisce una tariffa unica su tutto il territorio nazionale per l’energia elettrica, mentre quella del gas varia in relazione alla Regione di residenza. Il prezzo varia su base annuale anche in relazione a fattori quali l’inflazione e gli investimenti messi in campo per migliorare il servizio e la sua efficienza. 

Anche gli oneri di sistema vengono fissati da ARERA: si tratta di costi variabili e fissi legati al sostegno alle rinnovabili e ad altri oneri, come per esempio le agevolazione per il sistema ferroviario. Sono uguali sia nel mercato libero sia in quello tutelato. Il Governo Draghi li ha sospesi fino al 31 dicembre 2022. 

Infine, le imposte sono applicate alla quantità di materia prima consumata. L’IVA sull’energia viene applicata in relazione al costo totale del servizio. Il Governo ha ridotto l’IVA sul gas al 5% fino alla fine del 2022. 

Ogni bolletta potrà poi avere altre voci di costo come per esempio:

  • quella relativa ai bonus sociali, che vengono applicati sotto forma di sconto diretta in bolletta;
  • ricalcoli e altre partite. 

Migliori offerte luce e gas per evitare il raddoppio delle bollette

Alla luce di quanto detto fin qui, emerge che l’unico vero modo per riuscire a evitare il raddoppio delle bollette di luce e gas è rappresentato dal trovare il fornitore che vende la materia prima al prezzo di costo, quindi a quello dei mercati all’ingrosso. 

I fornitori che operano sul mercato libero cercano di proporre al consumatore finale la migliore offerta. In mezzo a un mare di proposte, si potrà comunque provare a individuare quelle che conviene di più utilizzando un comparatore di offerte

Scopri come evitare il raddoppio delle bollette con il mercato libero

Si potrà subito notare che ci sono due tipologie di offerte luce e gas:

  1. quelle a prezzo fisso, per un determinato periodo di tempo (minimo 12 mesi);
  2. quelle a prezzo variabile, che seguono l’andamento del mercato. 

In un periodo storico fortemente instabile, con un mercato che spinge sempre al rialzo, scegliere una promozione luce e gas a prezzo fisso – ancora meglio se con lo stesso operatore – è un primo ottimo modo per contrastare i rincari. È comunque sempre indispensabile fare un confronto comparativo, ricordando che non sempre le offerte sul gas a prezzo fisso sono le più convenienti.